“Ciao mi chiamo Adelisa. Ordina su Amazon e ritira da Tigros”

Amazon Hub Locker e Bill Sisal Pay, i nuovi servizi di Tigros. Da qualche giorno all’ingresso dei supermercati della mela si trovano dei grossi armadi gialli e una locandina che indica un nuovo sistema di pagamento

Generico 2018

“Ciao mi chiamo Adelisa. Ordina su Amazon e ritira qui”.

Da qualche giorno il servizio locker del gigante dell’e-commerce è arrivato anche in alcuni punti vendita di Tigros. In molte città ci sono già decine di armadi posizionati negli uffici postali, in alcuni esercizi pubblici e in altri locali, ma certo non passa inosservato negli ingressi dei supermercati della mela.

C’è chi crede che le nuove piattaforme digitali siano il demonio e chi invece riflette sui servizi alle comunità. Tigros ha scelto questa seconda posizione e ne parliamo con Chiara Gironi, la responsabile della comunicazione dell’azienda.

“Può sembrare una contraddizione la nostra collaborazione con Amazon, ma non è così. La nostra azienda è orientata ai clienti e si tratta di offrire un servizio che li facilita, cogliendo al tempo stesso l’ opportunità che il digital può portare ai negozi fisici e viceversa, in un’ottica di reciprocità e di sinergia. Rimane il fatto che ognuno poi preserva la sua specificità, che per Tigros è il costante impegno ed attenzione per la qualità dei prodotti, soprattutto nei reparti freschi, unita alla convenienza”.

COSA E’ E COME FUNZIONA IL LOCKER

Il Locker – come si legge nella pagina dedicata sul sito del gigante dell’e-commerce – è un punto di ritiro self-service dove potrai ricevere i tuoi acquisti Amazon. Potrai trovare i Locker in Supermercati, Centri Commerciali, Stazioni di servizio e in altri punti vendita. Durante il processo d’acquisto potrai scegliere i Locker come indirizzo di spedizione, verificare gli orari di apertura e di chiusura e scegliere la modalità di spedizione fra “Standard” o “1 giorno”. Una volta che il tuo ordine verrà consegnato al Locker selezionato, riceverai un’e-mail di notifica con le istruzioni e un codice univoco da utilizzare per il ritiro. Quando arriverai al Locker, segui le istruzioni fornite sullo schermo e inserisci il tuo codice.

Generico 2018

BILL, UN’ALTRA NOVITA’

Chi frequenta i supermercati si sarà accorto che c’è sempre maggiore attenzione alle innovazioni. Tigros, la catena che ha il maggior numero di punti vendita in provincia di Varese e che da tempo si sta estendendo, oltre che in Piemonte, nel comasco, pavese e milanese, da qualche giorno ha introdotto un’altra novità nei suoi supermercati.

Da un anno e mezzo è possibile pagare con Satispay, a questo sistema ora si aggiunge Bill, la app sviluppata e di proprietà di Sisal.

“Le app di pagamento e gestione del denaro tramite smartphone stanno crescendo in quanto rendono il pagamento facile, veloce e sicuro. – Ci spiega Chiara Gironi – Abbiamo scelto di introdurle sempre nell’ottica di migliorare ed innovare il servizio che offriamo ai nostri clienti le cui esigenze sono in continua evoluzione.

La promozione legata all’utilizzo di Bill è un’attività proposta da Sisal e specifica per i nostri punti vendita per incentivare l’utilizzo dell’app offrendo un vantaggio concreto.

COSA E’ E COME FUNZIONA BILL

“Con l’app Bill di SisalPay – come si può leggere sul sito ufficiale – puoi effettuare pagamenti digitali in tutti i punti vendita abilitati o scegliere semplicemente di ricevere o inviare denaro ai tuoi amici. Non appena hai scaricato l’app sul cellulare dovrai impostare la soglia minima di saldo da utilizzare per le tue spese e il taglio fisso di ricarica che vuoi ricevere. Ogni volta che il tuo credito sull’app Bill sarà inferiore alla soglia che hai previsto inizialmente, partirà una richiesta di ricarica automatica del saldo e l’importo che hai scelto sarà accreditato sul wallet entro 4 giorni lavorativi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore