Corso di alta formazione per tecnici dell’edilizia “smart”

Mercoledì 9 ottobre presentazione del corso biennale Its Red "Energy Manager"

Economia generiche

Le case del futuro saranno domotiche, efficienti, eco sostenibili. Progettare e costruire gli impianti richiedono competenze sempre più qualificate. Le nozioni tradizionali si arricchiscono di tecnologie e innovazione.

Il corso per Energy Manager ITS è stato studiato per formare i nuovi specialisti della casa: esperiti nella costruzione, gestione e verifica di impianti energetici.

Gli ITS (Istituti Tecnici Superiori) sono scuole di alta formazione post-diploma caratterizzate da un’offerta formativa specializzata in un particolare settore merceologico, con un’alta percentuale di formazione in azienda e un’attività didattica improntata a metodi attivi, laboratori, lavori di progetto.

La Fondazione ITS RED è stata costituita nel 2011 e propone corsi nel settore dell’efficienza energetica e delle nuove tecnologie in edilizia. I corsi offerti coprono un’ampia gamma di specializzazioni: dalla sostenibilità in edilizia, all’efficienza degli impianti, al marketing applicato al settore del legno, fino all’impiego delle nanotecnologie.

Ma vediamo più da vicino che cosa sa fare l’Energy Manager.
In sintesi, si occupa della gestione integrata dei sistemi impiantistici per l’edilizia civile e industriale (energia elettrica, domotica, produzione di calore e raffrescamento, ventilazione, idraulica) con particolare riguardo alle nuove tecnologie 4.0 e con la finalità di garantire il contenimento dei consumi energetici e il rispetto dell’ambiente.

La figura opera lungo l’intero ciclo di vita degli stabili, e in particolare nelle fasi di:
• modellazione intelligente di edifici e impianti (CAD, BIM, MEP);
• analisi e progettazione al fine di ottenere l’ottimizzazione del processo di cantiere con criteri di efficienza, qualità, sicurezza, riduzione dell’impatto ambientale in collaborazione con i responsabili della progettazione e della direzione lavori;
• installazione degli impianti;
• monitoraggio e manutenzione preventiva e su guasto.

Particolare rilievo è assegnato all’impiego delle nuove tecnologie legate alla sensoristica, all’IoT e alle Smart things, e ai loro riflessi in sede di scelta, installazione e manutenzione preventiva.

Il primo anno sarà dedicato all’approfondimento delle tematiche relative alla realizzazione di nuovi edifici a destinazione residenziale, industriale e terziaria:
• Interpretazione del progetto esecutivo
• Modellazione degli edifici (CAD, BIM, MEP)
• Programmazione e controllo degli stati di avanzamento, contabilizzazione e sicurezza dei lavori
• Gestione dell’installazione e la manutenzione anche da remoto degli impianti elettrici, termici, idrosanitari e di trattamento dell’aria
• Progettazione e realizzazione di un sistema di controllo della performance energetica e dei parametri di comfort ambientale degli edifici realizzati
• Certificazione degli edifici, sia in termini di involucro che di impianti

Nel secondo anno saranno invece affrontati i temi relativi agli interventi di ristrutturazione di edifici a destinazione residenziale, industriale e terziaria:
• Analisi dell’esistente
• Interpretazione del progetto esecutivo
• Modellazione degli edifici (CAD, BIM, MEP)
• Programmazione e controllo degli stati di avanzamento, contabilizzazione e sicurezza dei lavori • Gestione dell’installazione e la manutenzione anche da remoto degli impianti elettrici, termici, idrosanitari e di trattamento dell’aria
• Progettazione e realizzazione di un sistema di controllo della performance energetica e dei parametri di comfort ambientale degli edifici realizzati
• Certificazione degli edifici, sia in termini di involucro che di impianti

Il corso ha una durata biennale, per un totale di 1.100 ore di lezione e 900 ore di stage.

Il calendario è quotidiano e con obbligo di frequenza.

I docenti provengono per oltre il 90% dal mondo del lavoro. In media più dell’80% dei diplomati trova lavoro entro l’anno della conclusione del corso.

Oltre al titolo di studio, al termine del corso si avranno anche queste certificazioni, richieste dal mondo del lavoro:
• Sicurezza nei luoghi di lavoro, propedeutico allo stage in azienda;
• Sicurezza in cantiere, rilasciata dal Comitato Paritetico Territoriale Prevenzione Infortuni;
• Attestato di Certificatore Energetico Nazionale;
• Per gli allievi che ne faranno richiesta, al termine del modulo di Inglese, sarà possibile sostenere gli esami per ottenere la Certificazione Cambridge ESOL FCE (livello B2.1 QCER).

Al superamento del corso, si potrà accedere direttamente agli esami di abilitazione per l’Esame di Stato per Geometri o per Periti Industriali, senza la necessità di svolgere l’ulteriore periodo di praticantato di 18 mesi.

«Si tratta di un corso di due anni –  spiega il coordinatore della Sede di Varese, ing. Pierangelo Reguzzoni – che forma un Energy Manager, e cioè una figura di tecnico specializzato nella gestione integrata dei sistemi impiantistici di edifici civili, industriali e del terziario e con particolare riguardo alle tecnologie 4.0. Le imprese del territorio sono alla ricerca di questi profili, ma non riescono a trovare giovani preparati per affrontare la trasformazione digitale in corso. L’aspetto che caratterizza il corso è l’approccio pratico e il forte coinvolgimento delle aziende già nella fase d’aula, ma anche nel lungo periodo di tirocinio, di ben 900 ore nell’arco dei due anni. Non è da sottovalutare infine che si tratta di corsi finanziati con fondi pubblici regionali, nazionali ed europei e dunque consentono di ricevere una formazione di alta qualità a costi molto contenuti.»

La presentazione del corso e la raccolta delle iscrizioni si svolgeranno presso la sede didattica della Scuola Edile in via Monte Santo 38/E a Varese, il prossimo 9 ottobre alle ore 8:30.

Contatti:
Segreteria ITS RED Varese
segreteria.varese@itsred.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore