Il sentiero fra il castrum e il monastero rinascerà grazie a due sindaci

In programma un tavolo di lavoro fra le Amministrazioni di Castelseprio e Gornate Olona con il Fai e la Soprintendenza: in progetto il collegamento fra le due aree archeologiche

sentiero castelseprio torba

Il Parco archeologico di Castelseprio e Torba costituisce a tutti gli effetti un complesso unico, eppure, a distanziare i resti del castrum e il monastero ci sono le condizioni del sentiero che dovrebbe collegare le due aree.

Sterpaglie, erba alta, punti senza un adeguato parapetto di protezione: fare una passeggiata non risulta affatto facile. Tutto ciò potrebbe finalmente cambiare grazie ad un’iniziativa congiunta delle due Amministrazioni comunali, decise a impegnarsi per porre rimedio a questa situazione che non dà lustro alla bellezza del luogo e al suo valore storico.

“Il sentiero è proprio malridotto – commenta il sindaco di Gornate, Paolino Fedre – e non è sicuramente un bel biglietto da visita per tutti i visitatori che arrivano qua ad ammirare il Parco archeologico. Per questo stiamo pensando di fare qualcosa: sono certo che i cittadini della zona sarebbero pronti a tirar su le maniche e contribuire alla sistemazione del percorso. L’idea è proprio quella di unire le forze con quelle dei nostri ‘vicini’ di Castelseprio: con le due Pro loco, le due Protezioni civili e i volontari che vorranno partecipare, riusciremmo a dare un altro volto al collegamento fra i due siti”.

Gli fa eco il Primo cittadino di Castelseprio, Silvano Martelozzo: «Migliorare le condizioni del sentiero è un obiettivo di rilievo anche per noi, il sito Unesco è unico ed è fondamentale che ci si possa spostare da una parte all’altra in modo adeguato. In primis occorrerà mettere in sicurezza il versante, danneggiato ancora dalle inondazioni degli anni ‘90. Certo, per il momento si tratta solo di un progetto, ma l’intenzione è quella di lavorare decisi in questa direzione. Attendiamo di riunirci in un tavolo di lavoro insieme al Fai e alla Soprintendenza, gli altri attori coinvolti, che hanno mostrato interesse per l’iniziativa».

Una voce all’unisono, dunque, quella dei due sindaci, intenzionati a migliorare la fruibilità dell’intero territorio.
Martelozzo evidenzia la necessità di sistemare il percorso anche per un altro motivo: «Non dobbiamo dimenticare che da Castelseprio e Gornate passa anche la via Francisca del Lucomagno, l’antico cammino che si sta cercando di far conoscere e valorizzare. Si tratta di qualcosa che dà lustro ai nostri paesi: rendere il sentiero fra il castrum e il monastero fruibile anche per i pellegrini sarà davvero importante».

 

di
Pubblicato il 18 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore