Contributi a fondo perduto e finanziamenti a tasso zero: gli interventi di Finlombarda per le imprese

Molte le opportunità per le aziende: dal sostegno alla liquidità e ai progetti di investimento, all’internazionalizzazione, alla ricerca e innovazione. Univa ha organizzato un convegno per il ciclo degli “Approfondimenti di finanza - Scuola d’impresa”, dedicato ai principali strumenti messi a disposizione dalla finanziaria regionale

Generico 2018

Sono molteplici e di diverso tipo gli strumenti agevolativi messi a disposizione delle imprese da parte di Finlombarda Spa, la società finanziaria di Regione Lombardia. Da misure pensate per supportare la liquidità delle aziende, ai finanziamenti da destinare ai progetti di ricerca e sviluppo, all’internazionalizzazione. Gli strumenti finanziari sono stati illustrati nel dettaglio da Valeria Laina e Massimiliano Ambrosecchia della direzione sviluppo e servizi di Finlombarda spa, nel corso di un convegno organizzato dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, nella sede di Gallarate.

A partire dalle novità di Credito Adesso, con il nuovo sportello che si è aperto lo scorso 5 settembre, che ha messo a disposizione 100 milioni di euro extra in dote ai finanziamenti (40 milioni provenienti da Finlombarda spa e 60 milioni dal sistema bancario convenzionato) e che prevede un’unica modalità di accesso semplificata per tutte le imprese beneficiarie.
Le domande di partecipazione possono essere presentate solo su www.bandi.servizirl.it, fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Credito Adesso finanzia il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale delle imprese lombarde con meno di 3 mila dipendenti, tramite la concessione di finanziamenti di importo compreso tra i 18 mila e i 750 mila euro per le Pmi, o 1,5 milioni di euro per le Midcap, con piani di rimborso a 24 e 36 mesi, e di contributi in conto interessi pari al 2% annuo.
Credito Adesso è una delle quattro misure del pacchetto ‘Sviluppo Lombardia’ insieme a Linea innovazione per l’innovazione di prodotto e di processo, progetto Minibond per i piani di sviluppo, e “Al Via”, che si sviluppa attraverso due filoni di intervento: linea Sviluppo aziendale e linea Rilancio aree produttive.

“Al Via”, grazie a un mix di finanziamenti garantiti e contributi a fondo perduto (dal 5 al 15% del progetto in base alla dimensione dell’impresa, al regime d’aiuto prescelto e al taglio dell’investimento), finanzia fino al 100% dei nuovi investimenti produttivi, su beni strumentali nuovi e usati, sostenuti dalle Pmi lombarde dei settori manifatturiero, costruzioni, trasporti e servizi alle imprese. La “Linea Rilancio aree produttive” agevola con contributi a fondo perduto anche le spese sostenute per l’acquisto e la riqualificazione di immobili strumentali dismessi legati a piani di riqualificazione e/o riconversione di aree produttive con inutilizzo da almeno un anno (di importo compreso tra 53 mila e 6 milioni di euro).
La garanzia regionale gratuita copre fino al 70% dei finanziamenti con importi compresi tra 50 mila e 2,85 milioni di euro e durate 3 – 6 anni. Domande di partecipazione solo online su www.siage.regione.lombardia.it fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Frim Fesr 2020 “R&S” finanzia invece fino al 100% degli investimenti di almeno 100 mila euro, in progetti di ricerca, sviluppo e innovazione di Pmi, anche in fase di avvio, e liberi professionisti lombardi tramite la concessione di finanziamenti agevolati (tasso fisso nominale dello 0,5%) a medio lungo termine, con durata dai 3 ai 7 anni e importo compreso tra 100 mila e 1 milione di euro. Anche in questo caso, domande solo online su www.bandi.servizirl.it

Per quanto riguarda la Linea internazionalizzazione, sono finanziati i progetti integrati di sviluppo internazionale delle Pmi lombarde tramite la concessione di finanziamenti di medio lungo termine a tasso zero di importo compreso tra 50 e 500 mila euro e durata da 3 a 6 anni.
I finanziamenti coprono fino all’80% degli investimenti in programmi di internazionalizzazione di importo minimo pari a 62.500 euro; domande solo online su www.bandi.servizirl.it.

“Finlombarda ha rappresentato e rappresenta tuttora l’anello di congiunzione finanziaria tra il mondo imprenditoriale ed il sostegno pubblico. La possibilità di conoscere nel dettaglio le opportunità messe a disposizione è una indubbia occasione di capire i percorsi per accedere agli aiuti regionali – commenta Marco Crespi, Responsabile Area Finanza dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese – Le novità e le semplificazioni che Finlombarda ha introdotto rendono oggi più agevole l’accesso ai bandi regionali per le diverse necessità della gestione aziendale, per progettualità di investimento e liquidità oltre che per l’espansione sui mercati esteri”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore