I liceali di Arconate a Strasburgo per la “sfida sui diritti globali”

Una delegazione della scuola è stata selezionata dal Ministero per partecipare alla hackathon che si sta svolgendo a Strasburgo

Liceo di Arconate

I liceali di Arconate a Strasburgo per la prima sfida internazionale studentesca sui diritti globali.

Galleria fotografica

Liceo di Arconate 4 di 6

Una delegazione del Liceo d’Arconate e d’Europa, composta dalla prof.ssa Doreen  McLean e da due studentesse e due studenti delle classi quarte del Liceo Linguistico, è stata selezionata dal MIUR per partecipare, nell’ambito dei progetti didattici del Piano Nazionale per la Scuola Digitale, all’hackathon internazionale “Hacking4GlobalRights”, che si sta svolgendo a Strasburgo in questi giorni.

Nell’ambito del 70° anniversario del Consiglio d’Europa e del 60° anniversario della Corte europea dei diritti dell’uomo, grazie alla collaborazione tra il MIUR, la scuola polo – l’Istituto Einaudi di Roma – e il Liceo X di Strasburgo hanno organizzato la competizione dedicata alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sulle principali sfide in materia di diritti umani, sulle questioni principali relative ai diritti umani negli Stati membri del Consiglio d’Europa.

L’obiettivo è quella affrontare in chiave innovativa i contenuti inseriti nel primo rapporto annuale all’Assemblea parlamentare del Consiglio Europeo.

“Hacking4GlobalRights” è una vera e propria maratona di co-progettazione, in lingua inglese, in cui gli studenti si confrontano con l’obiettivo principale di rafforzare la propria consapevolezza e promuovere un apprendimento di tipo esperienziale volto anche all’utilizzo delle innovazioni digitali.

L’hackathon, infatti, è una competizione che, a partire da un tema principale, propone delle sfide ai suoi partecipanti, i quali, organizzati in gruppi eterogenei, hanno il compito di affrontarle, ricercando e progettando nuove soluzioni, modelli, processi o servizi innovativi.

Una Commissione di giurati dovrà valutare le proposte progettuali e proclamare i vincitori. Alla squadra vincitrice dell’hackathon verrà data la possibilità di partecipare ad altre iniziative.

Le giornate di lavoro, per i 64 partecipanti –  metà francesi e metà italiani – sono animate da mentor con esperienza internazionale nella conduzione di laboratori come hackathon.

Attività specifiche saranno proposte anche ai docenti accompagnatori che potranno confrontarsi sulle tematiche della manifestazione attraverso metodologie didattiche all’avanguardia.

Valore aggiunto è l’ospitalità presso le famiglie del Liceo X si Strasburgo che permette ai ragazzi e alle ragazze di costruire rapporti significativi per il loro futuro.

«In un momento in cui il progetto europeo è sottoposto a grandi sfide politiche, economiche e sociali è importante che le nostre studentesse e i nostri studenti sviluppino una conoscenza diretta dell’Unione Europea, per prendere parte al dibattito in atto con consapevolezza e costruire il futuro in cui vogliono vivere” sostiene il dirigente scolastico dott. Emanuele Marcora, dal settembre scorso alla guida dell’Istituto Omnicomprensivo Europeo, di cui il Liceo d’Arconate e d’Europa fa parte. «Per la nostra scuola costruire competenze globali e di cittadinanza è una sfida importante che vogliamo portare avanti dalla scuola dell’infanzia al Liceo: il raccordo di rete con altre scuole italiane ed europee è uno strumento fondamentale per far crescere i nostri studenti e le nostre studentesse come cittadini del mondo nella società della conoscenza».

La delegazione racconterà la propria esperienza in videoconferenza durante l’Open day rivolto ai futuri iscritti che si terrà sabato 23 novembre, dalle 9.00-13.00, presso la sede del Liceo in Piazza S. Carlo ad Arconate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 novembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Liceo di Arconate 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore