Sicurezza stradale: “Via Bodmer” chiede di insistere

I residenti: "Dopo l'invio delle richieste alla Provincia ed al Comune, le cose si stanno muovendo ed è importante seguire l'evolversi della situazione per risolvere l'annoso problema della sicurezza stradale"

Avarie

In data 25 settembre 2019, il Comitato ha inviato alla Provincia di Varese (Area 5 – Settore Viabilità) ed al Comune di Germignaga, una richiesta per l’installazione di due semafori in prossimità degli attraversamenti pedonali nei primi due tratti rettilinei in uscita da Germignaga verso Porto Valtravaglia; è una prima richiesta (ne seguiranno altre) per affrontare il problema della sicurezza stradale sulla SP69.

Inoltre si è chiesto alla Provincia di autorizzare la sperimentazione di semafori intelligenti ovvero dotati di sensori in grado di rilevare la velocità degli autoveicoli e commutare sul giallo e poi sul rosso il semaforo nel momento in cui gli autoveicoli sopraggiungono con velocità superiore ai limiti consentiti (50 km/h).

In data 7 ottobre 2019 il sindaco di Germignaga, Marco Fazio, ha risposto al Comitato informando che il 30 Settembre vi è stato un incontro con il Consigliere Provinciale delegato alla viabilità, Dott. Marco Magrini, e con un Dirigente della Provincia, Ing. Bosio Damiano, per verificare la situazione e definire i possibili interventi.

Durante questo incontro si è deciso di aprire un Tavolo di Lavoro con i Comuni interessati alla SP69 per raccogliere le problematiche di sicurezza stradale e formulare un piano organico di interventi da presentare alla Provincia.
Il Sindaco di Germignaga ha tenuto la prima riunione del tavolo il 29 ottobre con l’adesione di tutti i comuni interessati ovvero Brezzo di Bedero, Porto Valtravaglia, Castelveccana, Laveno Mombello ed ovviamente Germignaga.

Il Tavolo di Lavoro ha adottato il seguente metodo di lavoro: ogni comune predispone un primo documento ove vengono individuate le problematiche esistenti sulla sicurezza stradale e le aspettative di soluzione; tali documenti dovranno essere inviato al Comune di Germignaga entro la metà del mese di Novembre affinché la Provincia possa farne una valutazione preventiva entro la fine di Novembre, quando verrà convocato un incontro del Tavolo di Lavoro in Provincia, prima della definizione del bilancio provinciale 2020.

Ora qualche considerazione: ringraziamo il Sindaco di Germignaga per l’impegno e per la correttezza istituzionale nel rispondere ai Cittadini che hanno sollevato il problema; non è cosa comune a tutte le istituzioni sentire il bisogno (in alcuni casi dovere) di rispondere a chi interpella gli organi dello Stato per chiedere il rispetto delle regole di civile convivenza.

Chiediamo al Consigliere Provinciale delegato alla viabilità, Dott. Marco Magrini, che ringraziamo per il pronto interessamento, di andare oltre, di osare e chiedere ai livelli superiori dello Stato la possibilità di sperimentare i semafori intelligenti, semafori che, se ben concepiti e studiati, possono risolvere i problemi dell’eccesso di velocità sulle nostre strade, facendo predisporre da parte dei Dirigenti della Provincia una regolamentazione per l’applicazione di questi semafori in modo che i Comuni sappiano come comportarsi. Grazie a questa visione sistemica possiamo sicuramente risolvere il problema e ridare sicurezza e fiducia ai cittadini.

(a cura del Comitato “Via Bodmer”)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore