Varese News

Torna (purtroppo) la giornata contro la violenza alle donne

Presentate a Palazzo Estense le iniziative organizzate dalla Rete interistituzionale di Varese. Sabato la camminata in città, lunedì il comune si tinge di arancio, mentre martedì 26 il camper della polizia di Stato

eventi Varese

“Anche quest’anno presentiamo la giornata che non vorremmo esistesse: quella contro la violenza alle donne” ha esordito così l’assessora alla parità Rossella Dimaggio nel presentare dati e iniziative legate alla Giornata Internazionale contro la violenza alle donne, che cade il 25 novembre.

In provincia sono 133 le donne che sono state ascoltate dai centri antiviolenza, “prese in carico” per ascolto, supporto psicologico, o legale, soprattutto nei centri di Eos (41), Dico Donna (48), Donna Sicura (34) e Icore (10). Le situazioni di maggior pericolo sono ospitate nella casa rifugio della Fondazione felicita Morandi, che attualmente ospita 9 donne e 2 minori e ne ha ospitate be 36 nel corso dell’ultimo anno.

«Il numero delle donne vittime di violenza sta aumentando in modo esponenziale – ha commentato Roberta Tolomeo per la CGIL di Varese – Un fenomeno drammatico contro cui occorre mobilitarsi sempre di più. Anche in questo caso, al corteo in programma sabato 23 novembre, la CGIL ci sarà. E continuerà a considerare prioritario l’impegno contro la violenza sulle donne, tanto più in un momento in cui le risorse a vantaggio dei Centri antiviolenza subiscono tagli e ridimensionamenti, un fatto gravissimo che vogliamo denunciare senza se e senza ma».

CAMMINATE, SFILATE E PANCHINE PER I PRIMI GIORNI DI INIZIATIVE

Anche quest’anno sono molte le iniziative della Rete interistituzionale di Varese per ricordare il tragico fenomeno, che non accenna a spegnersi: tanti gli eventi, che copriranno tutta la prossima settimana e che si spingeranno in alcuni casi anche oltre il 25 novembre, data scelta dalle Nazioni Unite per la giornata internazionale.

«Il moltiplicarsi di eventi e iniziative che caratterizza il calendario di quest’anno – ha sottolineato l’assessora Rossella Dimaggio, con delega alle Pari opportunità – ben documenta la crescita dell’attenzione su questi temi che riscontriamo in tutto il nostro territorio. Le opportunità per far sentire la propria voce sono tante e diverse, ma tra tutte tengo a sottolineare la camminata di sabato mattina 23 novembre per le vie di Varese. Un appuntamento cui invito tutti i cittadini, per dire assieme no alla violenza di genere».

Le iscrizioni per quest’evento, organizzato dal Coordinamento Donne Cgil-Cisl-Uil-Spi-Fnp-Uilp e dal Comune di Varese, apriranno sabato mattina alle 9.00 nel Cortile d’onore di Palazzo Estense.  Ai partecipanti, studenti esclusi, è richiesta un’offerta minima di 5 euro, che verrà interamente devoluta ai Centri antiviolenza della Rete interistituzionale, ed è possibile preiscriversi contattando a Cgil di via Bixio (335.7416555), la Cisl dei Laghi di via Luini (348.3219051), la Uil di via Cairoli (3755435678).

Poi ritrovo per tutti alle 10.00 ai Giardini: innanzitutto con un momento di ricordo per Gabriella Sberviglieri, recentemente scomparsa, grande pasionaria per i diritti delle donne. La partenza effettiva della camminata sarà poi alle 10.30, con un percorso che si snoderà per le vie del centro e di Casbeno, per poi tornare al cortile d’Onore dei giardini Estensi, dove si svolgerà una originale sfilata di moda finale, organizzata da Soroptimist Varese: «Una sfilata “sui generis” non convenzionale, con vestiti che sono scelti per se stesse e non per piacere all’uomo» ha spiegato Anna Carla Bassetti, la stilista della sartoria Selia che le ha create e riprodotte, in una storica sartoria milanese che per 70 anni ha riprodotto questa filosofia.

Domenica invece inaugurazione della panchina rossa di Biandronno alle 11.30 presso il comune: organizza Gea. Mentre la sera al teatro Santuccio di Varese ci sarà lo spettacolo teatrale “Voci dal Buio” organizzato da Eos in collaborazione con Estroversi.

Nella giornata contro la violenza, il lunedì 25, Eos organizza un incontro nel carcere, mentre su palazzo Estense e sul Tribunale si accenderanno le luci arancio, nell’ambito del progetto di Soroptimist international #orangetheworld, campagna di sensibilizzazione per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Il giorno dopo, invece, martedì 26, la polizia di Stato sarà invece presente con il camper “Questo non è amore”: dalle 12 alle 14 sarà in piazza monte Grappa e dalle 15 alle 17 sarà all’Iper di viale Belforte.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore