Un defibrillatore intitolato all’alpino Gimmi Lami

Il volontario è scomparso l’estate scorsa a causa di un malore. Grande partecipazione per una festa di piazza

A Orino Babbo Natale porta il defibrillatore

La gioia dei bambini, il clima natalizio e una speranza: che quell’oggetto, un defibrillatore, possa riuscire ad essere utile per una comunità.

Galleria fotografica

A Orino Babbo Natale porta il defibrillatore 4 di 10

È stata una giornata speciale quella di ieri, domenica 22 dicembre a Orino, dedicata ai più piccoli, con una festa in piazza che è stata anche l’occasione per regalare un importantissimo presidio per il paese.

L’iniziativa, voluta dall’amministrazione si è tenuta nel bel pomeriggio di sole fra la piazza e la Rocca, il celebre castello nel bosco divenuta inaspettata meta di una gita per famiglie. Ma il vero momento comunitario ha riguardato l’inaugurazione del defibrillatore che è stato posizionato sotto i portici del municipio – nei pressi dell’ambulatorio medico – e dedicato ad una persona speciale.

Si tratta di Giovanni “Gimmi” Lami, giardiniere e volontario del gruppo alpini di Orino e Azzio, molto attivo nella Proloco di Cuvio dove aiutava a fare le feste e le manifestazioni organizzate nel periodo estivo.

Gimmi, 58 anni, ha perso la vita a seguito di un malore mentre era in barca sul lago lo scorso agosto.

Il defibrillatore è stato donato dalle associazioni di Orino ed Azzio. Con la posa del nuovo presidio, si completa un tassello importante della presenza dei defibrillatori nella zona dell’alta Valcuvia: due mesi fa è stato inaugurato un presidio a Cuvio, presso la farmacia e nelle scorse settimane il taglio del nastro è spettato al “Dae“ che si trova ad Azzio nei pressi della sala polifunzionale.

di
Pubblicato il 23 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

A Orino Babbo Natale porta il defibrillatore 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore