UYBA, nulla da fare contro la corazzata Imoco

In un Pala Verde sold out, la UYBA perde per 3-0 (25-13, 25-12, 25-15) lo scontro di Santo Stefano contro la capolista Imoco Volley Conegliano che domina il gioco dal primo minuto

Unet E-Work Busto - Volalto Caserta 3-1

In un Pala Verde sold out, la UYBA perde per 3-0 (25-13, 25-12, 25-15) lo scontro di Santo Stefano contro la capolista Imoco Volley Conegliano che domina il gioco dal primo minuto.

Una partita da dimenticare per la UYBA che avrebbe dovuto lottare per conquistare tre punti per raggiungere le venete al primo posto e che invece ha perso con dei parziali impietosi tutti e tre i set, martellata dalla battuta e dagli attacchi delle pantere.

Stratosferica Paola Egonu che chiude con 18 punti, seguita da Hill con 12 punti. Per la UYBA nessuna giocatrice in doppia cifra, con Lowe che arriva a 8 mettendo in campo una prestazione sottotono e mai in grado di mettere a segno attacchi che possano impensierire la difesa gialloblu.

In generale una prestazione decisamente insufficiente per tutte le farfalle che non hanno saputo mettere in campo il gioco visto nelle precedenti sfide e che pur finendo il 2019 con il secondo posto ormai blindato, si bruciano la possibilità di festeggiare un primo posto che sarebbe stato meritatissimo viste le precedenti prestazioni.

Al termine della partita Lowe sottolinea la forza delle avversarie e ammette la prestazione non positiva della squadra: “Non è il risultato che volevamo ma la Imoco è forte. Oggi non abbiamo giocato come potevamo. Adesso pensiamo subito alla prossima gara ma prima ci godiamo qualche giorno di vacanza per rivedere la famiglia”.

Per le ragazze infatti ci sarà un po’ di tempo per riposare e godersi qualche giorno di vacanza, visto che il campionato riprenderà a metà gennaio (alcune delle squadre nazionali saranno impegnate nel torneo di qualificazione olimpica).

La partita

Coach Lavarini schiera in campo Orro in regia. Lowe opposto, Washington e Bonifacio al centro, Gennari e Herbots in attacco, Leonardi libero.

Il primo set si apre con il 3-1 pere le padrone di casa e in campo si accende subito lo spettacolo con entrambe le squadre decise a darsi battaglia. Le pantere mantengono salde le redini della partita e volano sul 13-7 con a UYBA che soffre un po’ per la mancanza di efficacia degli attacchi del suo opposto Karsta Lowe. Sul 16-9 coach Lavarini ferma il gioco per dare alle sue qualche indicazione. Paola Egonu però è incontenibile e il suo turno in battuta fa male e spinge la Imoco sul 21-11. Sul finale la UYBA prova a contenere le avversarie ma le ragazze di Santarelli chiudono 25-13.

Niente cambi di formazione nel secondo parziale. Inizio più equilibrato con le due formazioni che si rincorrono (7-6) con scambi lunghissimi che accendono l’entusiasmo delle due tifoserie più belle d’Italia. La Imoco ingrana la marcia e vola sul 14-8 con Hill ed Egonu che sono scatenate (time out Lavarini). Le farfalle possono approfittare di un calo di attenzione delle avversarie per conquistare un break di tre punti (16-11). Sul 19-12 Lavarini cambia la diagonale principale mettendo in campo Cumino in regia su Orro e Bici al posto di Lowe ma la situazione resta invariata con le padrone di casa che bombardano la difesa bustocca. Egonu chiude il set 25-12.

Il terzo set vede in campo Bici su Lowe. La battuta di Sorokaite fa male alla difesa biancorossa e porta subito le padrone di casa sul 7-0 (time out immediato per Lavarini). Sul 12-3 rientra in campo Karsta Lowe ma ormai in camp c’è solo la Imoco (13-5). A chiudere set e partita ci pensa Egonu (25-15).

 

Il tabellino

Imoco Volley Conegliano – Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (25-13, 25-12, 25-15)

Imoco Volley Conegliano: Sorokaite 7, Hill 12, Wolosz 3, Gennari ne, Enweonwu ne, Ogbogu 7, De gennaro (L), Botezat, Fersino (L2), Folie ne, Geerties, De Kruijf 7, Sylla ne, Egonu 18
Unet E-Work Busto Arsizio: Bonifacio 3, Lowe 8, Villani, Leonardi (L), Orro 1, Cumino, Gennari (5), Simin ne, Herbots 5, Bici 1, Washington, Berti
Arbitri: Puercher, Piana
Note. Conegliano: ace 7, errori 17, muri 7. Busto Arsizio: ace 1, errori 20, muri 2. Durata set: 22′ 21′ 23′. Spettatori: 5344

di
Pubblicato il 26 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore