Aumentano incidenti e infrazioni ma diminuiscono i morti sulle strade di Busto

Il Sempione diventa la strada osservata speciale per il numero di sinistri. Le morti per ncidente scendono da 5 a una mentre le infrazioni salgono da 36 mila a 43 mila

Investimento a Busto Arsizio

Aumentano le infrazioni al Codice della Strada (erano 36759 nel 2018 e sono diventate 43453 nel 2019), aumentano gli incidenti rilevati ma diminuiscono i morti (dai 5 del 2018 ad uno solo nel 2019) e i feriti. Il 2019 sulle strade urbane di Busto Arsizio ci racconta di automobilisti ancora troppo distratti alla guida.

Il report annuale dei ghisa bustocchi racconta di una mole di lavoro enorme da gestire per i 57 vigili in organico al comando guidato da Claudio Vegetti, riconosciuto ampiamente dal sindaco Emanuele Antonelli e dall’assessore alla Sicurezza Massimo Rogora: «Sono straordinari e meriterebbero più rispetto da parte dei cittadini» – hanno commentato.

POLIZIA GIUDIZIARIA – La centrale operativa ha risposto a circa 100 chiamate al giorno per un totale di 34 mila in un anno. Da qualche anno è aumentato anche il carico di Polizia Giudiziaria con 194 comunicazioni di notizie di reato (30 in più rispetto al 2018) che riguardano le lesioni gravi o gravissime in seguito a sinistro stradale, la guida in stato di ebrezza e sotto effetto di stupefacenti, le omissioni di soccorso, reati in campo edile (raddoppiati da 20 nel 2018 a 43 nel 2019) e reati vari contro la persona e il patrimonio.

polizia locale busto arsizio vegetti rogora

SICUREZZA – Il comandante Vegetti ha messo in rilievo, però, l’aumento della sicurezza stradale su alcune strade a maggiore percorrenza e per questo anche con maggiore incidentalità: «In particolare stanno funzionando gli attraversamenti pedonali rialzati e le rotonde realizzate in alcuni punti – spiega il comandante – realizzati grazie al finanziamento ottenuto da Regione Lombardia». Su questo tema il lavoro prosegue. In special modo l’attenzione è rivolta alla Strada Statale del Sempione dove si sta registrando un aumento significativo dei sinistri stradali.

MULTE – Interessante, infine il dato sulle multe accertate e pagate. A fronte di accertamenti per 3,6 milioni di euro (che comprendono anche i possibili raddoppi delle cifrein caso di mancato pagamento entro 60 giorni) sono stati incassati direttamente 2,2 milioni di euro: «Un dato importante – concludono dalla Polizia Locale – perchè significa che la percentuale di pagamento delle multe si attesta tra il 70 e l’80%».

TURNI NOTTURNI – La preoccupazione per quest’anno è la possibilità che si chieda alle Polizia Locali di istituire turni notturni per il rilevamento degli incidenti stradali. L’obiettivo è liberare risorse tra Polizia di Stato e Carabinieri nella repressione dei reati predatori (furti in particolare) ma gli agenti di Busto e lo stesso assessore sono già preoccupati: «Siamo in pochi e temiamo che i piccoli comuni che non possono organizzare turni notturni poi si rivolgano ai comandi dei centri urbani più grandi come il nostro».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore