I campioni lottano per il Pallino d’oro, i più piccoli per il futuro

A Budrione in provincia di Modena si sono sfidati i grandi campioni. A Brezzo di Bedero muovono i primi passi sul campo i giovanissimi atleti della Pilae Primaria Schola

bocce

Sabato 4 gennaio, il nuovo anno ha appena cominciato a vagire e le bocce a mostrare segni di una sempre crescente vitalità. A Budrione, presso Modena, va in scena la 42esima del “pallino d’oro”, parata internazionale dei campioni ad invito, con la presenza di un’incredibile serie di fuoriclasse, a Brezzo di Bedero muove i primi timidi passi una competizione ideata da Giovanni Finali, fra terne composte da un giovane/issimo della Pilae Primaria Schola, un genitore del medesimo e un tesserato.

Galleria fotografica

schola bederese 4 di 4

Mondi diversi, inconciliabili, improponibili? Sicuramente molto distanti, ma forse più vicini di quanto si pensi. E’ banale, ma sovente non è compreso, che per giungere ai livelli siderali di Budrione occorre fare un lungo percorso per consentire lo sviluppo dei talenti, talvolta pronti ad essere rilasciati, ma mai emersi per carenza di quella promozione della quale ogni sport ha un estremo bisogno.

Così nel piccolo centro emiliano il campione del mondo Formicone, fresco trionfatore nelle parate della scorsa settimana tenutesi nella bergamasca, affonda al primo turno, urtando in modo imprevisto contro lo scoglio di un giovane cosentino – Bianco Gianfranco –, mentre sul lago le otto coppie finaliste, affiancate dall’istruttore che ha il compito d’indirizzare per la prima volta in competizione i neofiti giocando rigorosamente per ultimo le sue bocce in accosto, cominciano a duellare con grande agonismo.

Cade anche Mirko Savoretti per opera del giovane cagliaritano Alessio Frongia, a dimostrazione che non vi è nulla di scontato anche fra i campioni, liberando la parte sinistra del tabellone da un altro fra i pretendenti alla vittoria finale.

A Bedero, Anita, Aurora, Alessio, Davide, Giorgia e Riccardo alternano giocate maldestre ad accostate precise e inattese, dimostrando di avere già acquisito, in poco tempo – meno di tre mesi, una volta alla settimana – alcuni importanti meccanismi di concentrazione e coordinazione. Viscusi sul lato destro del tabellone manda a casa, in sequenza, Mussini, il brasiliano Garcia e Nanni, mentre Scicchitano riserva il medesimo trattamento a Santucci e al campione europeo, l’austriaco Natale: ormai a contendersi il pallino d’oro rimangono in quattro, gli eletti fra gli eletti. Accanto a loro due Monaldi e Giampaolo Signorini.

bocce

Comincia ad imbrunire nel Varesotto e anche qui si sono selezionate le quattro coppie finaliste – in realtà terne, ma il tesserato cambia di continuo senza una sua reale partecipazione alla gara – dove la famiglia Boldrini porta alle fasi conclusive Simone e Asia con madre e padre, rispettivamente.

Il “Pallino d’oro” va al locale Scicchitano che, dopo aver eliminato Viscusi, batte in un’ardente finale Signorini, detentore di ben cinque precedenti Pallini, dinanzi al foltissimo pubblico e al presidente Federale Giunio De Sanctis.

La finale dei giovanissimi vede il confronto fra Asia – 6 anni – e Simone – 7 anni -. I due fratelli giocano puntigliosi, sempre concentrati malgrado la lunga maratona per disputarsi il successo.
Simone accosta con sorprendente regolarità, mettendo anche alcune bocce a bersaglio – boccia e pallino vicinissimi -, ma Asia non è da meno: impugna le bocce con entrambe le manine, se il pallino è lontano, ma accosta sempre bene, sia che usi le due mani, sia che ne usi una sola, dimostrando una grande capacità di scelta, oltre all’indubbia predisposizione. Vince Asia che, quando riceve la coppa grande quasi quanto lei, sfodera un sorriso fantastico, saltella, è l’immagine della felicità e i genitori – ai primi passi pure loro – se la coccolano in ogni modo, in una festa che ha coinvolto una sessantina di persone unite ad abbracciare il gioco delle bocce.

 

PILLOLE DI BOCCE
– Sabato 04 gennaio – Budrione (MO) – 42°Pallino d’oro – Parata ad invito
1) Scicchitano Giovanni – Rinascita (MO)
2) Signorini Gianpaolo – Fontanella (PC)
3) Viscusi Luca – Caccialanza (MI)
4) Monaldi Gianluca – Montegridolfo (RN)

di
Pubblicato il 07 gennaio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

schola bederese 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore