In provincia si assumono 114 persone per potenziare i centri per l’impiego

Dal mese prossimo è probabile la pubblicazione del concorso. Ma le procedure saranno lunghe e Villa Recalcati pensa a soluzioni tampone

centro per l'impiego

Provincia di Varese assumere 114 nuovi dipendenti per rinforzare i Centri per l’impiego.
È il consigliere delegato al Lavoro Mattia Premazzi a chiarire la strategia di Villa Recalcati in un settore che sta facendo fatica: « Da tempo è stato finanziato e programmato con Regione Lombardia un Piano di potenziamento dei Centri per l’impiego, ma non nascondiamo che, nonostante le misure che sono state adottate in questi mesi, restano ancora irrisolti alcuni problemi sui quali siamo al lavoro, primo fra tutti quello del personale – affermano Premazzi e il Presidente della Provincia Emanuele Antonelli -. La situazione di carenza di personale dei Centri per l’impiego è ormai nota a livello nazionale e regionale. A ciò si aggiunga che la Provincia di Varese è la provincia lombarda che ha subìto in questi anni la maggior perdita di personale per mobilità, pensionamenti e altri motivi.
Per far fronte a livello organizzativo a queste difficoltà e per meglio distribuire i servizi e l’erogazione delle prestazioni sul territorio si è approvato un Piano di riassetto che ha distinto i Centri per l’impiego Hub dai Centri per l’impiego Spoke o Antenna. Gli Hub coprono i servizi che non possono essere erogati dai Centri Antenna.
Nelle sedi più grandi registriamo tempi di attesa che non si vedevano da tempo. La situazione più difficile è quella di Gallarate, alla cui sede si è dovuto accorpare anche quella del Centro per l’impiego di Sesto Calende, finendo per coprire complessivamente un’area di 31 Comuni, ma con un numero di operatori al momento ancora inadeguato».

Già dal mese prossimo, partirà la macchina concorsuale per reperire le nuove figure: « Sarà indetto un concorso per l’assunzione di dipendenti nei Centri per l’impiego in tutta la Regione. Nello specifico della Provincia di Varese, si prevede l’assunzione di 114 dipendenti, di cui 17 a tempo determinato e 97 a tempo indeterminato. Questi numeri fanno capire le dimensioni del vuoto che si intende colmare. In attesa dell’espletamento del concorso, le cui procedure richiederanno mesi, con Regione si stanno valutando altre misure di urgenza per far fronte alle situazioni più critiche».

Recentemente, in attuazione del Reddito di cittadinanza, sono stati inseriti in organico 27 navigator, anche grazie a percorsi di formazione strutturati e puntuali, e sono stati attivati accordi di collaborazione con gli Ambiti territoriali e i servizi sociali comunali per garantire il lavoro in rete e la piena efficacia delle azioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore