Il Parco Pineta rinnova la collaborazione con le associazioni

Fino al 2 marzo associazioni culturali, naturalistiche, ricreative e venatorie ma anche rappresentanze di categorie economiche del territorio potranno iscriversi all'Albo. Un invito a vivere e a far vivere il Parco Pineta

Parco Pineta

(Nella foto: il direttore del Parco Pineta Gabriele Pozzi e il presidente Mario Clerici)

Il Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate, in occasione del rinnovo delle cariche amministrative con la riconferma del presidente Mario Clerici e la nomina del nuovo direttore Gabriele Pozzi, sta procedendo al rinnovo dell’Albo degli enti e delle associazioni.

Fino al 2 marzo associazioni culturali, naturalistiche, ricreative e venatorie che operano nel territorio del Parco, ma anche le rappresentanze delle categorie economiche maggiormente interessate alle tematiche naturalistiche, agricole ed ambientali, son invitate a presentare una manifestazione di interesse per aderire o continuare a far parte dell’Albo.

Tra tutte le associazioni che aderiranno ne verranno scelte cinque per formare la Consulta che dialogherà con le istituzioni del Parco e periodicamente si confronterà sulle attività da mettere in campo.

Le manifestazioni di interesse devono essere inviate entro le 12,30 del 3 marzo 2020 agli uffici del Parco anche via mail, scrivendo a protocollo@parcopineta.org. Nel caso di nuovi soggetti a carattere locale è richiesto il deposito i copia dell’atto costitutivo e dello statuto.

«Si tratta di un passaggio che riteniamo molto importante – ha detto questa mattina il presidente Clerici, presentando l’iniziativa alla stampa – perché intendiamo rilanciare il fondamentale ruolo di custode del territorio ricoperto dalle associazioni e dalle realtà locali. L’aggiornamento dell’Albo non vuole essere un passaggio esclusivamente amministrativo, ma l’occasione per associazioni e categorie economiche di essere parte attiva in un percorso di condivisione delle scelte strategiche di gestione del territorio del Parco, un’isola di biodiversità ancora più preziosa perché è all’interno di un’area fortemente urbanizzata».

Ad oggi sono una ventina le associazioni che, iscrivendosi all’Albo hanno partecipato in questo modo alla vita del Parco.

La riorganizzazione del sistema territoriale del parchi, con il Parco Pineta che è diventato riferimento anche di Plis (Parchi locali di interesse sovracomunale) come il Parco del Lanza, il Parco Rile Tenore Olona, il Plis Medio Olona e quello del Rugareto, hanno ampliato il territorio coinvolto e dunque la platea delle associazioni.

«L’invito è rivolto a tutte le realtà associative interessate a partecipare alla vita del Parco Pineta – ha detto il neo direttore Gabriele Pozzi – Un parco che si vuole aprire sempre di più e che riveste oggi più che mai un ruolo prezioso, anche alla luce di temi urgenti come le emergenze climatiche».

di
Pubblicato il 22 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore