Pochi vigili, convenzione da rifare

Buguggiate ha solo un dipendente che si occupa della parte amministrativa ma non ha più uomini in divisa. Bodio Lomnago ne ha due e punta a confermare la Gestione associata

Generico 2018

Una convenzione che zoppica un po’. L’accordo tra le Polizie Locali di Buguggiate e Bodio Lomnago ha funzionato per qualche anno ma ora comincia a mostrare dei limiti.

Lo ha messo in luce anche “Bodio Lomnago Viva”, il gruppo di opposizione, che al termine di una seduta della Commissione bilancio ha chiesto che venga rivista la convenzione con Buguggiate.

La situazione attuale è questa: Buguggiate ha solo un amministrativo e nessun vigile dopo che l’ultimo ha chiesto il trasferimento alle Dogane; Bodio Lomnago invece dispone di due uomini in divisa che devono coprire i due comuni in convenzione. Una missione quasi impossibile e i due sindaci Matteo Sambo ed Eleonora Paolelli ne sono più che consapevoli.

La convenzione tra Bodio e Buguggiate era stata siglata nel 2016 dopo che i due comuni avevano deciso di abbandonare la gestione associata che vedeva la collaborazione tra Azzate, Galliate, Daverio e appunto gli altri due comuni della Valbossa. All’epoca i sindaci erano Cristina Galimberti ed Eleonora Paolelli, entrambe di area leghista. Le elezioni di maggio 2019 hanno visto il cambio dell’amministrazione di Buguggiate e la riconferma di quella di Bodio Lomnago.

Niente più vigili in “condivisione”, Buguggiate e Bodio lasciano il consorzio

A giugno scadranno i termini della convenzione tra Bodio e Buguggiate e si dovrà decidere se riconfermarla, magari cercando di assumere nuovo personale, oppure fare scelte differenti che può anche significare siglare accordi con altri comuni limitrofi che possano “prestare” uomini e mezzi.

«Noi siamo molto soddisfatti di come sono andate le cose fino ad oggi – spiega il sindaco di Bodio Lomnago Eleonora Paolelli – e ci auguriamo che Buguggiate sia disposta a sedersi ad un tavolo per fissare i nuovi termini della convenzione associata della Polizia Locale. La convenzione ha tre caratteristiche: efficienza, efficacia ed economicità. A parer mio sono state soddisfatte tutte e tre. Adesso c’è qualche problema di personale, ma è risolvibile».

Non fa invece mistero di voler sondare altre strade il sindaco di Buguggiate Matteo Sambo: «Stiamo valutando varie ipotesi – spiega-. È prematuro anticipare che direzione prenderemo. Dobbiamo valutare bene quale scelta porti più vantaggi in termini di sicurezza e controllo al nostro comune. Già alla fine del 2019 abbiamo aperto una mobilità per sostituire il poliziotto che ha fatto altre scelte, ma purtroppo non abbiamo avuto alcun riscontro. Ora ci apprestiamo a partecipare (in convenzione) a due concorsi di due comuni differenti, nella speranza di trovare ciò che cerchiamo, ovvero una figura con una certa preparazione; in tempi il più brevi possibili. Dopodiché dobbiamo sicuramente trovarci a parlare con Bodio. La questione della Polizia Locale oltrechè delicata è sicuramente una delle nostre priorità ma, come purtroppo constato, necessità di tempi e procedure di una certa lunghezza. Per fortuna possiamo contare anche sul supporto dei Carabinieri di Azzate con i quali stiamo fra l’altro siglando un accordo di ulteriore collaborazione ma il target è di avere 2 poliziotti entro la fine dell’anno».

 

di
Pubblicato il 22 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore