Dimenticare Savona e battere Palermo: torna in vasca la Sport Management

Il Banco Bpm affronta sabato 15 alle "Manara" la Telimar. L'ex Lo Dico: «Non sottovalutiamo nessuno, il ko in Liguria ha cambiato i nostri piani» Omaggio a Kobe Bryant prima del match

riccardo lo dico pallanuoto banco bpm sport management busto arsizio

La sconfitta di Savona ha rallentato la corsa della Banco Bpm Sport Management nel campionato di A1 di pallanuoto maschile. La squadra bustocca è stata superata dall’Ortigia e si appresta ora a cominciare il girone di ritorno dalla quarta piazza, dietro all’inarrivabile Recco (a punteggio pieno), a Brescia e appunto a Siracusa.

Sabato 15 febbraio, dunque, la squadra di Marco Baldineti avrà uno stimolo in più per iniziare la seconda parte della stagione regolare con un successo, per di più davanti al pubblico amico e contro una avversaria che sulla carta non può impensierire il Banco Bpm. Alle “Manara” infatti, arriverà (ore 18) la Telimar Palermo, penultima in classifica con appena 5 punti all’attivo nelle prime 13 giornate.

Tutto facile, quindi per i Mastini? No, e la gara di andata giocata nel capoluogo siciliano deve fare da monito. Allora una Sport Management assai rinnovata faticò a strappare i tre punti, spuntandola per appena un gol di scarto, 9-10, con tripletta decisiva di Damonte e una difesa arroccata sugli ultimi tentativi palermitani. A Busto per l’occasione ci sarà l’ingresso gratuito (con la possibilità di una donazione alla Fondazione Cristiano Tosi) e un toccante ricordo di Kobe Bryant, il simbolo del basket NBA che ha vissuto per anni in Italia e che scomparso il 26 gennaio in un incidente d’elicottero che ha coinvolto nove persone, compresa una figlia del campione ex Lakers.

La Telimar è formazione neopromossa nella massima serie grazie al lavoro di coach Ivano Quartuccio (che però ora ha lasciato il posto all’ex c.t. del Setterosa, Pierluigi Formiconi) e di un team nel quale spiccò quel Riccardo Lo Dico che oggi è un tassello importante proprio del Banco Bpm. Per affrontare la A1 Palermo ha ingaggiato giocatori come il portiere Washburn il difensore Draskovic (dallo Jadran) e l’attaccante Zammit, con gli ultimi due citati che sono i più pericolosi sul fronte offensivo, avendo già messo a segno più di 20 reti in campionato. All’andata, poi, toccò a Migliaccio fare la voce grossa con un poker.

«Fino alla partita con Savona il campionato era andato come volevamo; purtroppo la sconfitta, complici le tante assenze e gli infortuni, ha  cambiato i nostri piani – racconta proprio il grande ex Lo Dico – Contro Palermo sarà una gara da non sottovalutare: sono una buona squadra anche se la classifica non lo dimostra, non meritano di stare al penultimo posto. Ho giocato a Palermo una vita e ci tengo a fare bene e rispetto al match d’andata quando ero appena arrivato a Busto Arsizio, le cose sono migliorate perché mi sono ambientato bene e ho iniziato a conoscere meglio il gioco di Baldineti».

COPPA ITALIA

La partita con la Telimar servirà anche per prendere la rincorsa verso le Final Four di Coppa Italia, torneo ospitato quest’anno da Brescia tra il 29 febbraio e il 1° marzo. Il ko con il Savona ha spedito Busto nelle… braccia della Pro Recco, prima in classifica, mentre i padroni di casa sfideranno l’Ortigia nella seconda semifinale. Missione quasi impossibile, quindi, quella di Damonte e compagni, anche se provarci non costerò nulla. E chissà che per una volta il tabù Recco non riesca a infrangersi.

SERIE A1 MASCHILE
Programma (1a giornata di ritorno): Savona – Napoli, Posillipo – Roma, Brescia – Salerno, Genova Quinto – Ort. Siracusa, Pro Recco – Florentia, SM Busto A. – Palermo.
Classifica: Pro Recco 39; An Brescia 33; Ortigia Sr 30; SM BUSTO A. 28; Trieste 20; Savona 19; Salerno, Genova Quinto 18; Roma 14; Florentia 12; Lazio 11; Posillipo 9; Palermo 5; Napoli 4.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore