Una lezione con la Pro Patria per i ragazzi del Pantani

Sesta tappa per “Ci vuole un fisico da tigri” con gli esponenti biancoblu che hanno incontrato nuovamente gli studenti del Liceo Scientifico di Busto Arsizio “Marco Pantani”.

Generico 2018

Sesta tappa per “Ci vuole un fisico da tigri” con gli esponenti biancoblu che hanno incontrato nuovamente gli studenti del Liceo Scientifico di Busto Arsizio “Marco Pantani”. Il Responsabile Marketing Luca Mottin, il Responsabile Comunicazione Nicolò Ramella e i calciatori Riccardo Colombo e Filippo Ghioldi hanno passato l’intera mattinata insieme ai ragazzi delle classe quinte, prima nel Foyer del PalaYamamay e poi nella sede del “Pantani” di via Varzi.

Un ulteriore passo in avanti per il progetto-scuole di Aurora Pro Patria 1919 in collaborazione con il Comune di Busto Arsizio e gli Istituti Scolastici della Città.

Tanta curiosità per la carriera sportiva e professionale di Riccardo Colombo. Le esperienze nel grande calcio di Serie A, la B, il ritorno alla Pro e gli inizi di una sfida imprenditoriale sono stati gli argomenti che hanno attratto di più i giovani partecipanti.

Il capitano tigrotto ha interagito con i presenti portando esempi concreti di sacrificio e umiltà. La gestione del tempo per un calciatore-studente (Università), il primo contratto da professionista, il percorso fino all’esordio in Prima Squadra, sogni e speranze per il futuro, sono stati gli argomenti trattati con Filippo Ghioldi, tigrotto DOC con i suoi 8 anni in biancoblu sulle spalle.

Regole interne, rapporti con la stampa, le sponsorizzazioni, la gestione dei canali comunicativi, la struttura della Società. Questi gli altri temi affrontati dagli studenti del “Pantani” con Mottin e Ramella.

Ma non è finita qui. Nelle prossime settimane toccherà infatti all’Istituto Comprensivo “N. Tommaseo” di Busto Arsizio con le primarie di primo e secondo grado.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore