Quantcast

“Covid19, una cabina di regia comunale per la gestione della Fase 2”

La proposta è stata avanzata dai consiglieri comunali dei gruppi di minoranza Partecipare Insieme 2.0, Partito Democratico e Innovazione Civica

Il nuovo consiglio comunale di Tradate (sindaco Giuseppe Bascialla)

«Una cabina di regia comunale per la gestione della Fase 2, post emergenza Covid19». La proposta è stata avanzata dai consiglieri comunali dei gruppi di minoranza Partecipare Insieme 2.0, Partito Democratico e Innovazione Civica.

«Al momento non siamo stati per nulla coinvolti nella gestione di questa situazione eccezionale e non abbiamo ricevuto alcuna informativa istituzionale da parte del Sindaco e dell’amministrazione comunale circa la situazione sanitaria e le iniziative intraprese per gestirla – si legge nel documento che i consiglieri hanno presentato alla Giunta e al Presidente del Consiglio comunale -. La gestione del post emergenza, con le conseguenze economico-sociali che inevitabilmente si ripercuoteranno sulla nostra comunità, sarà ancora più importante; occorrerà pertanto rivedere il bilancio comunale sulla base delle risorse disponibili per dare concrete risposte ai cittadini che in questo momento soffrono e soffriranno le conseguenze di questo dramma. Occorrerà operare concretamente alla gestione di questa emergenza, collaborando tutti insieme ad un nuovo programma per la ricostruzione del tessuto socio-economico del territorio e di Tradate ragionando sulle risorse economiche da destinare alle famiglie, alle imprese, alle attività commerciali e alle Partite IVA che sono state colpite dall’emergenza sanitaria con valutazioni e criteri da condividere insieme».

Il documento chiede infine «all’Amministrazione Comunale di costituire una Cabina di regia maggioranza/minoranze per studiare e condividere le misure straordinarie per la gestione del post emergenza COVID 19. Tra l’altro si tratta di una modalità già intrapresa da diverse amministrazioni della nostra Provincia. In un momento così straordinario, delicato e di difficile gestione sanitaria, sociale ed economica, occorre, al di là delle differenze politiche, fare fronte comune per affrontare questo difficile momento con la presenza dell’istituzione locale».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 22 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore