Storie virali: fatte 30 facciamo 31, con quasi 100 mila visualizzazioni

Il successo di spettacoli e letture teatrali in quarantena promosse da Betty e Chicco Colombo non solo nei numeri, ma anche nella partecipazione e attesa dei bambini

Chicco Colombo al Castello di Masnago

Appena è partita la campagna #IoRestoaCasa in Lombardia, Betty e Chicco Colombo – fondatori del Teatro dei Burattini di Varese – hanno scelto di affidarsi ai social per raccontare una “storia virale” al giorno al loro giovane pubblico e mantenersi così in contatto con i bambini e le loro famiglie. Una promessa cui hanno tenuto fede quotidianamente per un mese intero, attingendo a tutto il loro repertorio: burattini, albi illustrati, teatro kamishibai, letture teatrali e diverse tecniche di narrazione.

Ieri, giovedì 2 aprile, hanno condiviso la storia virale numero 30: “La principessa sul pisello”, con dedica speciale ad Hans Christian Andersen che proprio ieri avrebbe compiuto 215 anni. Una ricorrenza celebrata e un primo bilancio da fare: 30 storie e 93.074 visualizzazioni totalizzate all’alba di oggi, venerdì 3 aprile.
“Al di là dei numeri, che rispecchiano il vivo interesse per la nostra attività e la necessità di iniziative simili, ringraziamo tutti i genitori e i bambini che ci seguono e ci comunicano il loro affetto”, affermano Betty e Chicco Colombo che ripartono da qui per l’attesissima storia virale n.31 cui seguiranno le altre, una al giorno, fino a quando durerà la quarantena.

Le storie con i burattini e le figure sono quelle che piacciono di più: “Lo capiamo perché  tramite le mamme e qualche papà i bambini ci fanno arrivare le loro restituzioni, fatte di emozioni, parole e, a volte, creatività“.
C’è persino qualcuno che ha trovato il modo di proiettare sul muro le storie virali: “Questa cosa ci ha commosso tantissimo”, commentano.

L’appuntamento con le storie virali per molti è diventata un’abitudine quotidiana, che crea attesa, senso di appartenenza e di comunità nel condividere la stessa esperienza. Anche perché le storie sono spesso legate al momento contingente, come la Famosa pioggia di Piombino, filastrocca scelta proprio in un giorno di pioggia e per rendere omaggio ai 100 anni di Rodari.
Altre storie parlano di buio, dell’ignoto e anche della voglia di evadere.

Domenica 5 aprile oltre alla storia virale i due artisti proporranno con #filmstudiononsiferma il corto cinematografico “L’ansia del giallo”,girato con la figlia Valeria Colombo e la giovane regista  Viola Folador e introdotto in maniera divertente.

di
Pubblicato il 03 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore