50 storie virali in 50 giorni e un appello

Una raccolta Fondi per sostenere Il Teatro dei burattini di Varese che, dall'inizio della quarantena, racconta gratuitamente una storia al giorno ai bambini

Generico 2018

Appena iniziata la quarantena si sono attivati proponendo sui social una storia virale al giorno per mantenere un contatto con il pubblico di bambini e con le loro famiglie costrette a casa. Ieri, mercoledì 22 aprile, hanno raggiunto un traguardo importante: 50 storie virali in 50 giorni. Oltre 150 mila le visualizzazioni raccolte dall’iniziativa attenta al favole classiche, originali e moderne, attingendo ad albi illustrati, teatro kamishibai, letture teatrali, burattini e diverse tecniche di narrazione. E omaggi a grandi scrittori.
Il cinquantesimo appuntamento social è stato celebrato con una storia speciale, quella dei Tre Porcellini, raccontata insieme da Betty e Chicco Colombo, i fondatori del Teatro dei Burattini di Varese che, con l’occasion,e hanno lanciato anche una raccolta fondi. 

“Le scuole sono chiuse e la quarantena ha cancellato i nostri progetti della stagione invernale ed estiva e il nostro futuro professionale diventa incerto” spiegano gli attori sui social. “Noi non ci fermiamo! Continueremo a presentare le nostre storie gratuitamente su Facebook e YouTube insieme a nuove proposte che tutti possono seguire – aggiungono – chi vorrà sostenere il nostro lavoro può partecipare alla raccolta fondi di Facebook alla pagina Burattini di Varese e seguire tutte le nostre iniziative, ti aspettiamo!

di
Pubblicato il 23 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore