Bonus vacanze, cos’è e chi ne avrà diritto

Un contributo, sotto forma di credito d'imposta, fino a 500 euro per le spese sostenute per soggiorni in ambito nazionale

cicloturismo

4 miliardi di euro a sostegno del turismo. È il pacchetto di misure contenute del decreto legge Rilancio, approvato dal Consiglio dei Ministri. Un blocco di interventi studiati a  sostegno di uno dei settori strategici dell’economia italiana e tra più colpiti dall’emergenza coronavirus.

Tra le misure del “pacchetto turismo” è stato inserito anche il Bonus Vacanze: un contributo da 2,4 miliardi di euro per l’estate che quest’anno sarà tutta italiana e per molti anche a chilometro zero.

FINO A 500 EURO DA SPENDERE ENTRO IL 2020

Il provvedimento prevede un contributo fino a 500 euro per le spese sostenute per soggiorni in ambito nazionale presso alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed&breakfast, (imprese codice ATECO 55).

CHI PUO’ ACCEDERE AL BONUS

Possono ottenere il contributo – un credito di imposta sotto forma di “tax credit”, il cui funzionamento andrà poi chiarito – i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro, l’importo è modulato a seconda della numerosità del nucleo familiare: 500€ per nucleo composto da 3 o più soggetti; 300€ da 2 soggetti; 150€ da 1 soggetto.

QUANDO POTRÀ ESSERE UTILIZZATO

Il contributo potrà essere speso dal 1 luglio al 31 dicembre 2020: nell’80% come sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura; nel restante 20% come detrazione dall’imposta sul reddito. Le strutture ricettive potranno cedere il credito ai propri fornitori, a privati, agli istituti di credito o intermediari finanziari.

“TURISMO, IL SETTORE PIÙ COLPITO”

“Tutti i settori hanno sofferto duramente in questa crisi – ha dichiarato il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini che ha incontrato gli operatori via Zoom al termine del Cdm – ma il turismo è quello che ha pagato maggiormente le conseguenze dell’epidemia. Il decreto Rilancio – ha detto Franceschini – prevede interventi per sostenere le imprese: dai crediti di imposta per gli affitti; all’esenzione dell’Imu per gli alberghi, agriturismi, campeggi e le altre imprese ricettive; ai contributi a favore delle aziende con grandi perdite di fatturato; agli interventi a fondo perduto per agenzie di viaggio e tour operator; ai fondi per salvaguardare il brand italiano; sino al rafforzamento delle indennità per i lavoratori stagionali e degli ammortizzatori sociali, così come i significativi contributi per la sanificazione e l’adeguamento delle strutture alle prescrizioni sanitarie. Senza scordare la promozione turistica, che avrà fondi destinati al turismo ( 20 milioni di euro per promuovere i diversi settori e le diverse destinazioni del turismo italiano ) interno a partire dal bonus vacanze, che da solo vale circa 2,4 miliardi di euro, e alle tante semplificazioni come quella per i tavolini di bar e ristoranti che incentiveranno i consumi all’esterno per una ripresa più sicura”.

TUTTE LE MISURE A SOSTEGNO DEL TURISMO

di
Pubblicato il 14 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore