Quantcast

Gite, tuffi e bicicletta: tante proposte per il “ponte” di inizio giugno

Molti avranno a disposizione un weekend lungo da sfruttare per una bella gita (in Lombardia). Ecco qualche spunto per scegliere una passeggiata in luoghi non proprio "battuti"

Tramonto dal campo dei fiori

E’ il primo weekend lungo dalla fine del lockdown: da sabat0 30 maggio a lunedì 2 giugno, complice un “ponte”, si potranno godere quattro giorni di vacanza. Cosa fare? Via libera alle gite, all’interno della nostra regione, quindi la Lombardia, ma evitate luoghi troppo piccoli, in cui gli assembramenti sarebbero inevitabili.

Abbiamo pensato di darvi qualche suggerimento, tra le centinaia di proposte che il nostro territorio offre, ma prima un paio di avvertimenti: se scegliete una gita di qualche ora, organizzatevi prima per prenotare pranzo o cena o in alternativa portatevi generi di conforto, acqua e un po’ di cibo, perché non è detto che tutti i punti di ristoro siano aperti; inoltre se una volta arrivati al parcheggio da cui prende il via la vostra gita, vedete troppe auto, cambiate meta. Insomma, preparatevi un “piano B”.

Ed ora veniamo agli itinerari.

LAGHI 

Dal Luinese ad Angera, passando dai piccoli lidi sui Laghi minori, le spiagge libere sono tutte praticabili. (Anche in spiaggia vige sempre l’obbligo di indossare la mascherina, tranne se si è soli o a una buona distanza di sicurezza dagli altri, e l’obbligo di mantenere almeno un metro di distanza dalle altre persone e anche tra lettini, sedie e sdraio). Le spiagge che vi suggeriamo noi sono quelli di Ispra, dove oltre alle spiagge si può approfittare delle possibilità offerte dal suo splendido lungolago, Luino e più in generale le spiagge del nord della provincia, Angera con Noce e Nocciola (quest’ultima aperta anche agli amici a quattro zampe), e Leggiuno.
Se alla gita sulla spiaggia volete unire anche una visita culturale potete visitare l’Eremo di santa Caterina che riapre proprio questo weekend (qui le info). Aperta  al pubblico anche la Rocca d’Angera.

(per chi vive in Piemonte) Sabato 30, domenica 31 e martedì 2 giugno Navigazione Lago Maggiore, amplia la propria offerta di servizi di trasporto e propone una crociera per festeggiare i 74 anni della Repubblica Italiana: quattro viaggi, due al mattino e due al pomeriggio, della durata di un’ora circa in partenza da Stresa a bordo dello storico piroscafo Piemonte, fiore all’occhiello della flotta. Qui altre informazioni

Un accenno alle Cascate di Cittiglio, da sempre meta ambita: sono chiuse fino al 31 luglio causa lavori di messa in sicurezza. Quindi non avventuratevi.

Chiuse anche le spiagge di Porto Ceresio per ordine del sindaco, anche qui l’accesso è vietato.

PASSEGGIATE

Ecco invece qualche suggerimento per passeggiate fuori dai soliti itinerari.
Per chi ama passeggiare nella natura, una breve ma interessante escursione che in circa mezz’ora di cammino porta alla cascata del Torrente Trallo, immersa nel verde incontaminato della Valceresio. Un luogo poco conosciuto per una passeggiata adatta a tutta la famiglia

Quattro passi a Brusimpiano, alla scoperta della cascata del Trallo

Una passeggiata nella natura tra montagna e lago, che porta alla scoperta del territorio del sito Unesco del Monte San Giorgio, con le sue rocce, i suoi panorami e le tracce di antiche miniere. L’escursione, non impegnativa, è adatta a tutti.

Rocce, bosco e panorama: il sentiero mineralogico di Besano

Spostandoci invece verso il Sud della Provincia vi proponiamo un percorso non ancora tracciato sulle mappe ma già percorribile:  24 km tra boschi, paludi, torrenti e lo spettacolo della valle del Ticino. Acque, boschi e storia: camminando sul Grande Anello Verde di Somma

E veniamo a qualche passeggiata fatta in tutta sicurezza anche con i bambini
Una camminata semplice e fresca nei boschi del Parco del Campo dei Fiori, da Brinzio al Villaggio Cagnola della Rasa.
Il sentiero da imboccare è il n.310, partendo dai parcheggi di via Piave, per fare anche due passi nel borgo, o direttamente in via Virgilio, a ridosso del Laghetto di Brinzio, prima tappa di interesse di questa passeggiata di un paio di chilometri con dislivello minimo (circa 50 metri) da percorrere su un sentiero sterrato facile.

Sempre nel Parco del Campo dei Fiori si può fare una bella e piacevole escursione dal poggio di Luvinate a Velate: una passeggiata semplice, ricca di scoperte fino all’abbraccio con il grande faggio monumentale (qui trovate tutte le indicazioni)

Un’altra “dritta” per famiglie il pratone della Tagliata (tra Bregazzana e la Rasa, a Varese). Molto ampio e panoramico (si vede il profilo della salita al Sacro Monte, con tutte le cappelle). Per raggiungerlo si può partire dalla Rasa, seguendo un percorso in falso piano nel bosco oppure si può partire dal lato opposto, a valle di Bregazzana, parcheggiando  lungo la via Molinetto (la prima traversa sulla sinistra che si incontra imboccando da Sant’Ambrogio la via per Bregazzana)

In vetta al Campo dei Fiori, parcheggiando dalla Irma si possono imboccare diversi sentieri: verso le tre Croci, verso il piazzale del Cannone, verso il Forte d’Orino (con deviazione per Punta di mezzo o Punta Paradiso) e il suo ampio pratone. Oppure, meno conosciuto, si può procedere verso l’albergo e provare a scoprire le sculture nascoste.

Se siete invece camminatori “professionisti” in questi quattro giorni potreste cimentarvi con la via Francisca del Lucomagno : a questo link trovate le tappe che vanno da Lavena Ponte Tresa a Morimondo. Sono poco più di 100 chilometri

Se invece volete esplorare qualche parco nella zona del saronnese vi suggeriamo Il Parco degli Aironi a Gerenzano  o il parco dei Mughetti istituito dai Comuni di Origgio, Uboldo, Gerenzano e Cerro Maggiore, quindi tra la Provincia di Varese e la Città Metropolitana di Milano: luoghi dove fare belle passeggiate e scappare dal caos.

MUSEI E VISITE

Solo un paio di segnalazioni.

I beni dei Fai-Fondo Ambiente Italiano del Varesotto  saranno aperti venerdì, sabato e domenica e straordinariamente anche lunedì e martedì, secondo i consueti orari. Nel weekend sarà quindi possibile visitare Villa Panza di Varese, Villa Della Porta Bozzolo di Casalzuigno e il Monastero di Torba di Gornate Olona.
In occasione della Festa della Repubblica inoltre, il 2 giugno, l’accesso ai luoghi del FAI sarà con contributo libero. Sempre nella giornata di martedì sarà inoltre possibile partecipare al decimo censimento dei Luoghi del Cuore con votazione cartacea. Gli ingressi sono solo su prenotazione, sul sito dei FAI, anche per la giornata di martedì.

Al Sacro Monte, (attenzione alla folla) hanno riaperto il museo Pogliaghi e la cripta: quattro giorni consecutivi di visite (dal 30 maggio al 2 giugno) dalle 10 alle 18.

CICLABILI

Sono tante le piste ciclabili in provincia di Varese. Ecco 8 itinerari scelti per voi, tra specchi d’acqua, prati verdeggianti e piccoli borghi:  Lago di Varese, Lago di Comabbio, dal Ticino a Milano, lungo il fiume e il Naviglio, Via Gaggio a Lonate Pozzolo, la ciclabile della Valganna-Valmarchirolo, Valle Olona, Margorabbia e Valcuvia,  il Parco della Quassa, da Ranco a Ispra.  A questo link trovate tutti gli itinerari  

Qui invece alcune delle più belle ciclabili della Lombardia

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore