Luca tradito dalla moto, una passione che viveva con giudizio

La notizia dell'incidente che ha causato la morte dell'ex alunno ha sconvolto la comunità dell'istituto Geymonat. La coordinatrice ricorda l'ultimo difficile anno, segnato dalla morte di un compagno

Luda Derudi ragazzo vittima di un incidente in moto

( foto tratta dal profilo Instagram di Luca)

La notizia della morte di Luca Derudi è arrivata come un fulmine a ciel sereno all’interno dell’istituto Geymonat di Tradate.

La vittima si era diplomata lo scorso anno. « Un ragazzo solare e puntiglioso – ricorda la professoressa Luisa Rossi, docente di italiano che è stata coordinatrice di classe proprio nell’anno della maturità – Era un gruppo unito anche perché,  proprio l’inizio del quinto anno, era stato travolto dalla morte tragica del compagno Paolo Quattri. Un incidente in moto anche in quel caso. I ragazzi furono sconvolti e per tutto l’anno, il ricordo di Paolo aveva influenzato le loro vite. Il dolore per quella perdita era ricorrente: rielaborare il lutto è stato davvero difficile. E credo che, in fondo, non ci siamo nemmeno riusciti del tutto».

Sensibile, corretto, puntiglioso, orgoglioso, lavorava intensamente per raggiungere i suoi obiettivi e per ottenere quei riconoscimenti che sapeva di meritare: « Non si tirava indietro quando c’era da mettersi in gioco e si prestava con interesse alle attività che si svolgevano».

Era iscritto al primo anno di ingegneria dei materiali al Politecnico. Quella moto era la sua compagna da tempo: esperto e attento, gli piaceva percorrere il Piccolo Stelvio dove poteva dimostrare le sue capacità: « Ma era un ragazzo prudente».

La notizia ha lasciato tutti increduli: Luca se n’è andato, proprio in sella a quella moto che era la sua passione. « Era un ragazzo che viveva appieno la sua gioventù. Non si staccava dalla sua moto, ma non era spericolato proprio per aver vissuto quella perdita così dolorosa. Ed è questo che oggi ci lascia sgomenti».

Tutta la scuola, insegnanti dirigente e personale si stringe ai genitori di Luca e alla sorellina: « Tutti noi vorremmo dare l’ultimo saluto e stare vicino alla sua famiglia – commenta la docente – questo momento difficile complica tutto. Ma, in qualche modo, saremo presenti per dire addio a Luca».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore