A Luino il capo della chiesa ortodossa armena in Italia

Una messa speciale alla chiesa prepositurale santi Pietro e Paolo in memoria dei martiri del genocidio armeno

Avarie

Venerdi 5 giugno 2020 alle ore 18 alla chiesa prepositurale santi Pietro e Paolo di Luino in piazza Giovanni XXIII verrà celebrata la messa in memoria dei martiri del genocidio armeno. Alla fine testimonianza del capo della chiesa ortodossa armena in italia, Tyrair Hakobyan.

«Nascondere o negare il male è come lasciare che una ferita continui a sanguinare senza medicarla! Fare memoria di quanto accaduto è doveroso non solo per il popolo armeno, ma per l’intera famiglia umana».

Con queste parole il 12 Aprile 2015 durante la Messa in San Pietro, il Santo Padre, Papa Francesco commemorava il 100° anniversario del Genocidio del popolo Armeno.

La notte del 24 Aprile 1915 a Istanbul, l’allora capitale dell’Impero Ottomano, circa 250 intellettuali armeni venivano arrestati e portati nell’entroterra dell’Anatolia per essere trucidati.

Questo era il primo passo che avrebbe portato il popolo armeno “sulla soglia dell’annientamento” come definito da Papa Benedetto XV. Infatti, il mese successivo veniva emanato un decreto di deportazione di tutta la popolazione armena verso il deserto della Siria.

Il Genocidio degli armeni non è il primo e nemmeno l’ultimo dei crimini contro l’umanità e delle pulizie etniche ma è considerato il primo genocidio dell’era moderna in quanto è il primo a essere documentato.
«Ricordare é un dovere umano. I nostri fratelli armeni per troppo tempo sono stati lasciati soli nel loro dolore immenso. L’impero ottomano perpetró nei loro confronti il primo genocidio del ‘900, a cui si ispiró Hitler per la soluzione finale degli ebrei. Non é giusto chiamare questi abominii olocausti perché l’olocausto é un sacrificio gradito a Dio e Lui che é padre vuole che trionfi sempre il bene. Ringrazio la comunitá armena di Milano, padre Tyrair Hakobyan capo della Chiesa Ortodossa Armena in Italia e il prevosto e decano di Luino don Sergio Zambenetti che presiederá la funzione di venerdì che ha come intenzione la memoria dei martiri del genocidio armeno. Al termine della messa vi sará una testimonianza di padre Hakobyan. Sono invitati a partecipare tutti, fedeli, laici e chiunque abbia a cuore la veritá storica e la memoria», ha commentato Alessandro Franzetti che ha collaborato per la realizzazione dell’evento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore