Dante ispira i ragazzi in quarantena e nascono i “Racconti d’istanti”

Il libricino con i pensieri dei ragazzi della 2A è solo una delle iniziative che hanno coinvolto gli studenti della scuola media che ha inviato un video corale al Miur

Generico 2018

Alla Carducci di Gavirate, nel periodo della didattica a distanza, i ragazzi nelle varie classi sono stati impegnati a scrivere, raccontare, disegnare e cantare anche da casa. In particolare, su iniziativa di una docente, gli scritti degli alunni della 2A sono stati raccolti in un libretto intitolato “Racconti d’istanti”.

“Quando la scuola ha chiuso ho pensato di creare un piccolo laboratorio di scrittura creativa in cui un alunno firmava un primo capitolo e poi lasciava continuare il racconto ad un altro compagno”, spiega l’insegnante Elena Ratti.
Così sono nate tre storie intitolate “Sogni e realtà al tempo del coronavirus”, “Imprigionati a Canossa” e “Aiuto ho i superpoteri!”. 

Nel libretto ci sono anche le poesie, le riflessioni e alcuni disegni che hanno scritto partecipando al concorso artistico-letterario “Guardo fuori dalla finestra e….”  di cui è molto orgogliosa l’insegnante di arte e immagine Cristina Monari: “I disegni sono veramente belli e mi hanno colpito la fantasia e l’ impegno dei ragazzi di tutte le seconde – dichiara – A settembre poi organizzeremo una premiazione ufficiale”.

Vetri appannati
da un nemico
invisibile
una lacrima
squarcia il cielo limpido,
una mano
accarezza il mondo

Poesia di Elisa IIA Carducci – Gavirate

Inoltre, durante i lunghi mesi di didattica a distanza la professoressa Ratti con il collega don Giuseppe Cadonà hanno organizzato un collegamento per continuare il lavoro sulla Divina Commedia iniziato nel primo quadrimestre. “Quando siamo arrivati a spiegare il Paradiso e “all’amor che move il sole e le altre stelle”, abbiamo pensato che era veramente importante lasciare traccia e testimonianza del viaggio che avevano fatto i ragazzi in un periodo cosi strano e difficile”, racconta la Ratti –Andare al fondo di sé e far emergere tutte le domande e il nostro vissuto è un’esperienza che aiuta a crescere. In questo Dante ci è stato maestro. Così a l’abbiamo stampato e consegnato a loro davanti alla scuola dandoci appuntamento a settembre”.

Per la fine dell’anno anche l’insegnante di musica Margherita Gianola ha preparato una sorpresa agli alunni: ha realizzato il montaggio di un video con le immagini dei ragazzi che da soli e insieme cantano sulle note de “Il coraggio di essere umani” di Mengoni. “ I ragazzi – spiega la docente – mi hanno inviato video e riflessioni e sono rimasta colpita dalla loro profondità e dall’impegno dimostrato”.
Così la scuola ha deciso di inviare il video al Miur come elaborato significativo per la promozione della cittadinanza attiva in vista dell’inaugurazione del prossimo anno scolastico.

“Anche in un periodo tanto difficile e faticoso, i ragazzi e le famiglie hanno saputo reagire e insieme ai loro insegnanti per non perdere l’occasione di imparare e crescere – conclude il dirigente David Arioli – La bellezza che i ragazzi hanno saputo esprimere nei disegni, nelle poesie e nel canto può veramente rendere il mondo più bello e umano”.

di
Pubblicato il 30 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore