Beppe Saronni, il “primatista” del Trittico

Tra il 1977 e il 1988 ha vinto otto edizioni di Tre Valli, Coppa Bernocchi e Coppa Agostoni: un vero record. Il racconto dei successi, tra gli strappi in Valle Olona e quella giornata di pioggia a Varese

“Primatista” della Tre Valli Varesine, ma anche recordman di vittorie nelle tre prove del Trittico Lombardo: Beppe Saronni ha vinto più di tutti, sul triangolo VareseLegnanoLissone.

Il mio orgoglio, la corsa più importante è la Tre Valli, ve lo devo dire». L’ha vinta quattro volte, il maggior vincitore di sempre, a pari merito con Gianni Motta. Saronni lo dice con il cuore un po’ diviso, perché la corsa “di casa” – per lui nato e vissuto nel Legnanese – è invece la Coppa Bernocchi, che ha però un percorso meno favorevole alle sue caratteristiche.

«La Tre Valli era una delle premondiali più importanti: nelle quattro che ho vinto contro corridori di grande importanza, c’erano i migliori internazionali e le migliori squadre nazionali».

La preferita? Saronni parte dal successo del 1977: «Si arrivava in pista a Varese, pioveva, abbiamo fatto la volata sulla pista d’atletica: ho vinto contro due compagni di Francesco Moser, Pacio Lualdi ed Edwards». Racconti di una delle grandi rivalità del ciclismo italiano, seconda forse solo a quella tra Coppi e Bartali.

Ciclismo varie
Saronni abbraccia Wladimiro Panizza dopo la volata vincente del 1977 (le foto soo tratte dalla pagina facebook Tre Valli Varesine – 100 anni di storia)

Poi dopo i centri del 1979 e ’80,  il successo arrivò ancora nel 1988, “tardivo”, contro un emergente Guido Bontempi: un passaporto per il mondiale di Renaix-Rönse, nelle Fiandre, dove vinse inaspettato un giovane Maurizio Fondriest.

Ciclismo varie
La volata della Tre Valli Varesine del 1988

Alla Coppa Agostoni tra le colline della Brianza il successo arrivò nel 1978 e nel 1982, due successi intervallati da quelli alla Coppa Bernocchi. «La Bernocchi è la corsa di casa mia, è a Legnano e io sono di Parabiago. Non son mai riuscito a vincerla a Legnano». I due successi sono arrivati invece in due edizioni in cui si arrivava a Lonate Ceppino, «quello strappo dalla Valle Olona era un trampolino di lancio».

Ciclismo varie
Una foto che porta già verso i giorni nostri: Saronni vincitore della Tre Valli 1988, intervistato da Alessandro Brambilla, insuperabile speaker del ciclismo lombardo

In totale otto successi, di cui sette in sei anni: un vero recordman. Quest’anno l’albo d’oro delle corse si interromperà, per una edizione davvero unica, nel bene e nel male. «L’importante è che si ricominci a correre e il Trittico è tra le prime corse anche a livello internazionale». Una corsa inedita in una situazione inedita, con una prova di fine luglio che sembra una gara d’inizio stagione e che rende difficili i pronostici: «Vedremo chi saranno quelli più pronti».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.