Tradate, dal bilancio regionale la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali

40 mila euro sono destinati al Comune di Tradate che intende impegnare queste risorse per intervenire in corrispondenza degli attraversamenti pedonali più pericolosi della città

locate varesino stazione

In sede di approvazione dell’assestamento di bilancio regionale è stato accolto un ordine del giorno proposto dalla Vicepresidente del Consiglio Francesca Brianza che stanzia complessivamente 270 mila euro per finanziare opere di messa in sicurezza stradale in diversi Comuni del Varesotto. 40 mila euro sono destinati al Comune di Tradate che intende impegnare queste risorse per intervenire in corrispondenza degli attraversamenti pedonali più pericolosi della città.

Da quanto trapela dall’ultima seduta di giunta comunale, gli amministratori tradatesi sarebbero intenzionati a mettere in sicurezza il passaggio pedonale di via Carducci, che porta dalle scalette di via Petrarca all’incrocio con via Tasso e l’attraversamento pedonale di via Piave, che collega la stazione coi parcheggi dei pendolari. Presso quest’ultimo incrocio, in particolare, si sono verificati diversi incidenti stradali negli ultimi anni, uno di quali persino mortale.

Un ulteriore intervento riguarderà la via Silvio Pellico, strada caratterizzata da un elevato numero di pedoni soprattutto nelle giornate di giovedì in occasione dei mercati cittadini.

«Ringraziamo Regione Lombardia e la Vicepresidente Brianza per aver inserito il nostro Comune tra i beneficiari di queste risorse – commenta l’Assessore al Territorio e Lavori pubblici Alessandro Morbi -. Le opere che intendiamo realizzare sono fortemente richieste dai cittadini che ci hanno già segnalato la pericolosità di alcune strade attraversate da strisce zebrate, manifestando la necessità di aumentarne la sicurezza. Richiesta – prosegue – emersa frequentemente anche nel corso delle discussioni nelle sedute di consiglio comunale quando si discute di opere pubbliche urgenti».

«La realizzazione di questi progetti – prosegue l’assessore – andrebbe inoltre a completare le azioni di riqualificazione e messa sicurezza già previste col completamente della pista ciclabile di via Carlo Rossini, col potenziamento dell’illuminazione pubblica sempre in località Ceppine, sul viale Europa e in via Alfieri, nei pressi della stazione ferroviaria di Abbiate, nonché col rifacimento complessivo di piazza Unità d’Italia, anch’essi finanziati grazie ai fondi regionali assegnati ai comuni con il cosiddetto piano Marshall lombardo»”.

«Siamo felici che le risorse impiegate da Regione Lombardia vengano destinate ad interventi fortemente richiesti dalla popolazione – commenta la Vicepresidente Francesca Brianza. Un gesto di attenzione alle istanze del territorio che va a risolvere tempestivamente delle problematiche concrete. Questa – prosegue Brianza – non è l’unica buona notizia per Tradate: infatti, attraverso un altro ordine del giorno del sottosegretario comasco Fabrizio Turba, Regione Lombardia si è impegnata a finanziare un nuovo collegamento stradale diretto tra la zona industriale cittadina e quella di Locate Varesino, che agevolerà sensibilmente la circolazione snellendo gli assi viari più trafficati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cesare Guaita

    Leggo con stupore che si vuole POTENZIARE ulteriormente l’illuminazione delle Ceppine ! Già ha prodotto grave danno la sostituzione delle vecche ottime lampade al Sodio di Via Rossini, con lampade a LED da 400O K, di intensità assolutamente esagerata e contraria alle normative della legge lombarda anti-inquinamento luminoso. Danni analoghi la nuova illuminazione ha prodotto un po’ dovunque a Tradate.

Segnala Errore