Quantcast

“Il treno che porta i miei figli a scuola è in ritardo una volta su due“

Le lamentele di un genitore della Valceresio che deve fare i conti con un servizio che somiglia a un disservizio

varie

Buongiorno,

sono il padre di due ragazzi che per recarsi a scuola provano ad utilizzare il treno in oggetto, e portavoce di altre famiglie del nostro paese che si trovano nella stessa situazione.

Da quando è iniziata la scuola (circa 2 settimane e mezzo) il sopracitato treno in partenza dalla stazione di Bisuschio-Viggiù per Varese delle 7.22, è stato per più del 50% delle volte in ritardo e un paio di giorni addirittura non ha circolato. Quando è in ritardo è perché già arriva da Porto Ceresio (stazione capolinea vicinissima a Bisuschio) fuori orario, oppure perché deve aspettare il corrispettivo proveniente da Milano P.G. nelle stazioni di Induno Olona o Arcisate (essendo la tratta Varese-Induno a binario unico!)

Ovviamente tutto ciò arreca notevolissimi problemi agli studenti che una volta arrivati a Varese perdono le navette bus per le scuole poste dall’altro capo della città, e devono entrare a lezione con minimo 1 ora di ritardo.

Ma è mai possibile che questa linea ferroviaria rimessa in esercizio pochissimi anni fa e fondamentale per lo spostamento verso il capoluogo dalla Valceresio, offra un servizio così scadente e che alla fine obblighi gli utenti a non utilizzarla, costringendoli a prendere l’auto o i bus super affollati nelle ore di punta?

Ma è mai possibile che non si riesca a rivedere l’orario adeguandolo purtroppo al ritardo che ormai sembra essere la regola?

Certo l’utopia sarebbe che il treno fosse in orario, senza dover legalizzare il ritardo, e che non venga soppresso così, all’improvviso, come ripeto è già successo, lasciando le persone in balia di se stesse e costrette ad aspettare 1 ora quello successivo.

E’ veramente troppo chiedere questo ?

Cordialmente

Paolo B.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore