E’ Santa Cecilia. Auguri a tutti i musicisti

A causa della pandemia non sarà possibile festeggiare come tutti gli anni. Ce lo racconta Il Corpo Musicale Santa Cecilia di Jerago

banda di jerago

Quella di oggi non sarebbe stata una domenica come le altre per noi del Corpo Musicale di Jerago, perché il 22 novembre è Santa Cecilia, patrona della musica e dei musicisti e ogni anno è un giorno di festa.

Ma questa volta non sarà la stessa cosa, perché la Covid ha fermato anche noi e questa mattina non siamo seduti dietro l’altare per suonare durante la Messa a Jerago e non possiamo nemmeno trovarci lì, perché abitiamo in tanti comuni diversi.

Se fosse stato un anno qualsiasi, ci saremmo poi ritrovati tutti insieme al ristorante, lo stesso di tutti gli anni (un paio di volte ci abbiamo provato a cambiare, ma non era la stessa cosa) per trascorrere una giornata in allegria.

Ci mancherà il discorso del Presidente, che a volte si dilunga un po’ troppo e a volte senti la voce rotta dall’emozione e ci mancherà il tentativo di disturbarlo facendo partire un applauso.

Ci mancherà la premiazione per gli anniversari importanti, quelli per cui c’è stato anche chi ha festeggiato il sessantesimo anno da musicante, perché tante volte entri in banda che sei a scuola e quando ti chiedono da quanto tempo suoni, fai quasi fatica a fare il conto.

Ci mancherà il momento lotteria, quella che dopo qualche anno che partecipi al pranzo di Santa Cecilia, se sei stato fortunato ti sei fatto il corredo. E dopo la lotteria ci mancherà montare lo strumento per suonare allegre marcette (e credeteci, dopo aver mangiato e bevuto non è una passeggiata).

Mancheranno anche i saluti e la raccomandazione: “Domani niente prove, ci vediamo lunedì prossimo”.

Il 2020 è l’anno delle tante prime volte anche per una banda musicale e domenica 22 novembre è il primo anno che non trascorriamo questa festa insieme, per celebrare anche i nostri 157 anni di fondazione.

In attesa di poter tornare a suonare tutti insieme, organizzare concerti, marciare accompagnano processioni, oggi è la nostra festa e allora auguri a tutti noi (e auguri a tutti i musicisti).

di
Pubblicato il 22 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore