Al Camelot di Gallarate incontri tra famigliari e ospiti divisi dal vetro

Le strategia della Rsa Camelot di Gallarate per tenere vivo l'incontro e il legame tra parenti e ospiti, in totale sicurezza

Camelot Gallarate

Alcune Rsa italiane stanno adottando la stanza degli abbracci per far incontrare gli ospiti con i propri famigliari, divisi da una parete in plastica e con due maniche che consentono di abbracciarsi “a prova di contagio da Coronavirus”.

Diversa è, invece, la strategia del Camelot di Gallarate, dove è stato riconvertito il bar a sala degli incontri.

«Il nostro bar è inutilizzato dai marzo – spiega la responsabile di struttura, Marusca Bianco – perciò abbiamo deciso di rinnovarne l’utilizzo»: lo spazio è stato allestito con un impatto audio amplificato «per due postazioni vetro tra ospiti e famigliari».

Questa soluzione – spiega ancora Bianco – consente di parlarsi al microfono e «di vedersi integralmente» e, insieme alle consuete videochiamate attivate già a inizio pandemia, continua ad alimentare la socializzazione degli anziani affinché non si sentano isolati.

“Portiamo la ‘sala degli abbracci’ anche al Camelot”

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.