Al Camelot di Gallarate si riaffaccia il Coronavirus, con dieci casi

Nel nucleo Alzheimer: due ospiti hanno sviluppato la malattia, il Covid-19, mentre gli altri sono asintomatici

Camelot Gallarate

La casa di riposo di Gallarate Camelot 3SG registra un nuovo focolaio di Coronavirus, nel nucleo Alzheimer, la sezione che si occupa appunto di questa specifica patologia: circa metà degli ospiti, vale a dire dieci persone, sono positive al Sars-Cov-2.

I casi, confermati anche dal sindaco Andrea Cassani (la Camelot-3SG è azienda di proprietà comunale), non presentano ad oggi profili di gravità: due ospiti hanno la febbre e hanno quindi sviluppato la malattia, il Covid-19. Gli altri risultano invece asintomatici.

Nella prima fase della pandemia il contagio da Coronavirus si era presentato nei giorni intorno a Pasqua e aveva costretto a riorganizzare la struttura per isolare i malati. Alcuni decessi per Covid-19 erano stati poi registrati.
Nelle ultime settimane la casa di riposo ha nuovamente innalzato le misure di sicurezza, per evitare il rischio che il Coronavirus si affacciasse in struttura. Ora gli sforzi sono orientati ad isolare il più possibile il reparto dove si è presentato il contagio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore