Calci a casetta dell’acqua e defibrillatore a Buguggiate: denunciati due ventenni

I carabinieri sorprendono i due: danneggiamento aggravato. Provvidenziale la chiamata al 112 da parte di alcuni cittadini

varie

Nella giornata di ieri, martedì i carabinieri della Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Varese hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica due 20enni disoccupati del luogo già noti in quanto ritenuti responsabili in concorso del reato di danneggiamento aggravato.

In particolare i militari nel corso di un servizio di controllo del territorio, in seguito a una segnalazione telefonica al 112 N.U.E., sono intervenuti nel centro della cittadina di Buguggiate, in via Papa Giovanni XXIII dove hanno fermato i due giovani disoccupati poco dopo aver danneggiato senza una ragionevole motivazione con dei calci un distributore automatico di acqua comunale, una “casetta dell’acqua”, ed un alloggiamento di apparato defibrillatore di pubblico accesso presente nelle immediate vicinanze, venendo successivamente bloccati dai carabinieri intervenuti sul posto.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.