Aggredita sul treno a Gemonio e rapinata del cellulare

La ragazza, 23 anni, soccorsa da carabinieri e ambulanza. È la seconda volta che succede nel giro di 48 ore e sulla stessa linea

Generica 2020

Ancora un’aggressione sulla linea Milano-Laveno di Trenord, ancora la rapina di un cellulare che avviene verso sera: violenza e rapidità di un predatore che sono la costante della paura.

E questa volta a rimanere vittima di un malvivente è stata una ragazza di 23 anni che nella serata di sabato ha chiamato i soccorsi terrorizzata dopo essere scesa dal convoglio.

Il fatto è avvenuto attorno alle 19 del 16 gennaio sul treno che viaggiava in direzione nord, verso Laveno.

Dalle prime informazioni la dinamica è molto simile a quanto avvenuto giovedì sera: fuori buio, con le ultime luci del giorno che si spengono, e la meta del viaggio vicina.

Nello scompartimento ci sono poche persone e viene notata la ragazza che si alza per scendere e all’altezza di Gemonio ed è lì che entra in azione un coetaneo che la avvicina e la aggredisce: ne nasce una colluttazione, qualche spintone con la giovane che viene raggiunta al volto da un pugno mentre il suo assalitore le sfila dalla borsa il telefono cellulare che scende dal treno e scappa.

Anche la ragazza scende dal convoglio e attorno alle 19.30 arrivano i soccorsi: viene chiamata un’ambulanza e una gazzella dei carabinieri della stazione di Cuvio – compagnia di Luino – che assiste la giovane.

stazione ferrovie nord gemonio

La rapina sembra essere una fotocopia di quanto avvenuto solo il 14 gennaio scorso ai danni di un ventenne raggiunto da un calcio in faccia mentre stava scendendo dal treno ma due stazioni più a sud, a Gavirate.

Anche lui stava viaggiando in direzione nord dopo aver preso il treno a Cadorna, anche lui avvicinato in maniera subdola da un giovane forse straniero che gli ha sfilato di mano il telefono per poi tenerselo: alla richiesta di restituzione del maltolto, il proprietario dell’Iphone X ha ricevuto come risposta un calcio al volto. Sul fatto indagano i carabinieri: il rapinatore potrebbe essere la stessa persona.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.