In consiglio comunale è stata definita la Somma Lombardo che verrà

Con il ritorno "ai lavori" del sindaco Bellaria, il consiglio comunale di Somma Lombardo ha approvato il piano opere pubbliche 2021-2023 e il bilancio di previsione. Critiche le opposizioni, specie sulle asfaltature e i cantieri in atto

Consiglio comunale Somma Lombardo 2020

Il consiglio comunale di Somma Lombardo, riunitosi “a distanza” nella seduta di lunedì 25 gennaio (la foto è di repertorio), ha definito le linee programmatiche dell’amministrazione Bellaria bis, toccando molti punti nevralgici come il piano opere pubbliche 2021-2023 e il bilancio di previsione 2020-2025.

Alla seduta ha partecipato anche il sindaco, Stefano Bellaria, che ha recentemente ripreso a lavorare dopo essere stato dimesso dall’ospedale Fiera Milano. «Voglio ringraziare i cittadini e il consiglio comunale per la vicinanza dimostrata in maniera concreta a me e alla mia famiglia. Questa vicinanza è stata fondamentale per me e per la mia famiglia: volevo ringraziarvi tutti», ha ringraziato il primo cittadino, «nonostante il momento difficile, il compito della politica è programmare il futuro, pensare e cercare di organizzare la Somma che verrà. Dobbiamo inoltre rendere i cittadini più consapevoli di ciò che avviene in città, rendendoli protagonisti: una politica che provi nel suo piccolo a unire».

La presentazione delle linee programmatiche ha trovato una certa condivisione da parte dell’opposizione, pur con divergenze politiche (con una precisazione: le linee non prevedono una votazione, ma una presa d’atto). «Ho ascoltato il giusto entusiasmo con cui avete presentato le vostre linee programmatiche – molte linee sono condivise da Fratelli d’Italia. Attendiamo il fare per il bene della nostra città», ha preso la parola Manuela Scidurlo (Fratelli d’Italia). Alberto Barcaro (Lega) si è augurato una maggiore condivisione, sia con i cittadini sia con le minoranze: «Sindaco, noi ci siamo: magari anche grazie a questo gruppo qualche sogno si potrà realizzare».

Il piano opere pubbliche 2021-2023

Il piano, già presentato in commissione lo scorso 14 gennaio dall’assessore Edoardo Piantanida Chiesa, nello specifico prevede per il 2021: 700mila euro per le “strutture sociali” della scuola Leonardo Da Vinci,  il piano di asfaltature, di marciapiedi, delle piste ciclabili e dell’abbattimento delle barriere architettoniche (250mila euro); il collegamento tra il cimitero e il centro della frazione Maddalena (150mila euro) e l’ampliamento del centro di raccolta (300mila euro).

Centro di raccolta, scuole e viabilità: le opere pubbliche del 2021 a Somma Lombardo

Abbastanza critica l’opposizione, che infatti ha votato contro al momento della votazione. «Sono mesi che la nostra città è un cantiere aperto: i lavori che dovevano durare poche settimane sembrano essere infiniti. Per noi la cifra stanziata permetterà solo di mettere delle pezze: questo piano ai lavori pubblici non rispetta la nostra idea di città», ha commentato Scidurlo (FdI). Ha poi definito non condivisibile l’ampliamento della piattaforma ecologica poiché «si rischia di porre una pezza su qualcosa che è datato per la città». Sulla stessa linea si è dimostrata la Lega, per cui ha preso parola Martina Barcaro: «Già da settembre in campagna elettorale abbiamo visto iniziare del lavori  probabilmente iniziati apposta – che non hanno visto ancora una fine; la nostra votazione non potrà essere favorevole in quanto abbiamo visto che dai vari lavori ancora non conclusi, per cui i cittadini si sono lamentati per lo stallo».

«Voglio sottolineare una cosa rispetto ad alcuni cantieri: non dimentichiamoci che l’anno scorso molti cantieri sono partiti in ritardo, ma non per colpa di nessuno», ha risposto il primo cittadino, «da marzo a maggio c’è stato qualche problema a iniziare i lavori pubblici. Adesso si è fatta una scelta, quella di evitare che ci siano dei cantieri in contemporanea».

Il bilancio di previsione 2021-2023

«Spese correnti allineate con il programma biennale degli acquisti e con il fabbisogno del personale; per quanto riguarda le spese in conto capitale, abbiamo allineato con il piano opere pubbliche 2021-2023», ha introdotto il punto l’assessora Barbara Vanni.

Venendo ai numeri, Vanni ha elencato le entrate: «Il fondo pluriennale vincolato a spesa corrente di 68mila euro; le entrate correnti di 9 milioni 763mila euro: Imu, Tasi e arretrati (4milioni 71mila euro), Tari e arretrati (2milioni 91mila euro), Irpef (1milione 695mila euro), Fondo di solidarietà comunale (1 milione 381mila euro), imposta di soggiorno (275mila euro). Poi 160mila euro di addizionale imbarco e 90mila euro di tributo provinciale esercizio funzione ambientale». Inoltre, nel bilancio ci sono 2 milioni 381mila euro di trasferimenti, «di cui la maggior parte è relativa al fondo nazionale delle politiche sociali»; quanto alle entrate extratributarie ci sono 2milioni 132mila euro vendita di beni e servizi e 239mila euro proventi derivanti dall’oppressione della regolarità.

2milioni 768 mila euro rientrano nelle entrate in conto capitale e sono così distribuiti: contributi agli investimenti (239mila euro), alienazione (1 milione 579mila euro), permessi di costruire (800mila euro), contributi ad escavazione (150mila euro).

Le entrate per partite di giro ammontano a 2milioni 382mila euro.

Infine, le spese. Vanni ha annunciato che saranno «complessivamente 19milioni 835mila euro in pareggio con le entrate»: 15milioni 245mila euro in spese correnti complessive (gestione del territorio, smaltimento rifiuti e manutenzione ordinaria); 641mila euro nella gestione degli immobili pubblici; 1milione 986mila euro agli uffici di piano; 1milione 316mila euro ai servizi sociali; 1 milione 367mila euro  ai servizi educativi; 2milioni 54 mila euro  ai servizi generali e finanziari e, infine, 1 milione 169mila euro di spese in conto capitale.

L’opposizione ha votato contro il bilancio di previsione.

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.