Per sant’Antonio si accende un cero virtuale, per illuminare la casa di chi è più povero

Una raccolta fondi online in favore di Farsi Prossimo e organizzata dai Monelli della Motta in collaborazione con la Fondazione Comunitaria del Varesotto permetterà di aiutare i più fragili

Il corteo con Sant'Antonio (inserita in galleria)

Anche le candele per sant’Antonio saranno virtuali quest’anno e non si limiteranno a ricordare una preghiera verso il santo, ma faranno anche concretamente del bene.

Quest’anno, infatti, per la festa di Sant’Antonio abate viene lanciata “Accendi una luce di speranza”, una raccolta fondi in favore delle persone più fragiliche stanno pagando il prezzo più alto della pandemia e delle restrizioni.

La campagna di raccolta fondi, organizzata dai Monelli della Motta a favore della Casa della Carità ha il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto ed è gestita on line con una piattaforma di crowfunding. Da qui sarà possibile donare una cifra a piacere non solo nei giorni della festa, ma anche per le settimane successive, fino al 17 febbraio 2021.

IL LINK PER DONARE

A COSA SERVE LA RACCOLTA

L’emergenza sanitaria Covid19 e la fase di lockdown hanno avuto un impatto economico notevolee sono aumentate le richieste da parte di persone e famiglie che faticano a far quadrare i conti e per le quali le difficoltà sono spesso legate anche al pagamento delle bollette delle utenze, luce compresa.

Per questo motivo chi dona accendendo virtualmente una candela, contribuisce ad “accendere una luce di speranza”, così come la luce è simbolo importante in questa celebrazione che tradizionalmente vede l’accensione del Falò dedicato a Sant’Antonio e delle candele benedette fuori e dentro la Chiesa a lui dedicata.

In particolare i fondi raccolti grazie alla generosità dei cittadini andranno all’Associazione Farsi Prossimo Casa Carità,associazione per la pastorale caritativa delle parrocchie di Varese.

Le risorse saranno utilizzate per dare risposte concrete ad alcuni bisogni primari delle persone che si trovano in situazione di fragilità e povertà: alimentarsi, scaldarsi, illuminare la casa, curarsi, lavarsi, vestirsi.

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.