Torna nuovo il lavatoio, con una “alleanza” tra Bregazzana e Cartabbia

A segnalare il guasto gli Amici di Bregazzana, a perorare la causa il consigliere di Cartabbia Esposito. Il risultato è una fontana come nuova in uno dei pochi lavatoi ancora in funzione in città

Tornato "come nuovo" il lavatoio di Bregazzana a Varese

E’ grazie una collaborazione tra Cartabia e Bregazzana nata su Facebook se l’acqua è tornata a sgorgare nello storico lavatoio di Bregazzana, uno dei pochi ancora funzionanti nel comune di Varese.

«Un giorno ho visto su un post di Facebook degli Amici di Bregazzana che avevano problemi con il lavatoio  – spiega Domenico Esposito, consigliere comunale attivo a Cartabbia ma, visto anche quest’episodio, non solo – Mi sono subito attivato, ho chiamato il dirigente del reparto idraulico del comune che mi ha detto “si può fare qualcosa”. Siamo venuti su due o tre volte e dopo circa un paio di mesi sono riusciti a fare sgorgare di nuovo l’acqua dal lavatoio. I cittadini di Bregazzana sono rimasti contenti, e io sono rimasto in buon rapporto con loro. Mi dicono che mi occupo sempre di Cartabbia e Capolago, invece vado in giro dappertutto…».

Tornato "come nuovo" il lavatoio di Bregazzana a Varese

A  spiegare cos’è successo è Nazzareno Minin, anima della pagina Facebook: «L’acqua della fontana nel lavatoio arriva direttamente da una sorgente in mezzo al bosco – racconta – Ogni tanto delle radici si infilano nelle tubature e si crea un tappo. Sono radici molto fini, poco più grandi di capelli, che si compattano sempre di più finchè l’acqua non viene più giù. Prima era un lavoro che veniva fatto da un impiegato del comune che però è andato in pensione, e per un po’ di tempo la manutenzione non è stata fatta. Ora è tornato tutto a posto».

Il lavatoio, storico, è un orgoglio dei bregazzanesi: «E’ stato donato da Antonio Motta alla popolazione di Bregazzana nel 1870 – spiega Carlo Motta – Questo lavatoio ha 150 anni, e la sua acqua arriva da sopra le grotte di Valganna. Ora lo usiamo per prendere l’acqua da bere, allora si usava per lavare la biancheria, ci sono ancora i fili di ferro per appendere i panni».

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.