La 4×400 della Pro Patria Busto è campione d’Italia juniores

A Grosseto il quartetto composto da Coppini, Mancinelli, Martorella e Belotti centra una preziosa medaglia d'oro

atletica leggera 4x400 pro patria arc busto 2021

Due anni dopo, e una categoria più in alto, la staffetta 4×400 della Pro Patria Arc di Busto Arsizio si ripete ai massimi livelli tricolori. Lorenzo Belotti, Andrea Coppini, Paolo Mancinelli e Matteo Martorella hanno bissato sulla pista di Grosseto quel titolo tricolore che era stato già loro nel 2019.

Il poker bustocco allora vinse l’oro nella categoria allievi ad Agropoli e ora si è ripetuta nella città toscana ma tra gli juniores, segno che il percorso intrapreso sotto la guida dei tecnici Vittorio Ramaglia e Daniele Carminati sta dando frutti decisamente gustosi.

Coppini, Mancinelli, Martorella e Belotti (nella foto in alto in quest’ordine) hanno gareggiato nell’ultima serie in programma della 4×400 maschile e hanno fermato il cronometro in 3.20.33 contro il 3.20.66 dell’Atletica Vicentina e il 3.22.13 dell’Atletica Bergamo, le squadre che sono salite sul podio con il poker bustocco campione d’Italia.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.