La cabina telefonica di Maccagno trasformata in mini biblioteca

Si trova di fronte alla farmacia lungo la strada statale 394, dove è possibile prendere a prestito qualche volume della grande letteratura contemporanea

Maccagno, la cabina del telefono trasformata in libreria

Libri accolti dal fresco riverbero dei lavatoi, li abbiamo visti già. Oppure volumi e volumetti custoditi persino in un vecchio frigorifero, come avviene da qualche tempo sotto al municipio di Orino, che hanno attirato l’attenzione di qualche villeggiante.

Galleria fotografica

Maccagno, la cabina del telefono trasformata in libreria 4 di 4

Ma la seconda vita di una cabina telefonica assurta da luogo di parola declamata a scritta quello no, mai prima d’ora si era visto fra la varia umanità delle valli varesine raccontate dal mitico Piero Chiara.

Perché c’è ovviamente anche lui, il grande romanziere luinese (che descrisse in un meraviglioso e breve componimento il vicino porto della Gabella, contenuto nella raccolta In Viaggio, curata dal compianto Federico Roncoroni, Nino Aragno Editore) fra il sontuoso bouquet di titoli raccolti nella cabina telefonica di Maccagno con Pino e Veddasca.

Si trova proprio di fronte alla farmacia, lungo la statale, dove un anonimo lettore ha voluto regalare tanto stupore in chi già ne ha ricevuto rendendosi conto della presenza di uno dei rarissimi residuati degli anni Ottanta – dei gettoni, e delle interurbane – rimasto ancora in piedi e oggi posto dove portar bambini per mostrare loro cos’era il telefono.

Maccagno, la cabina del telefono trasformata in libreria

E da oggi (a ieri, domenica, per l’esattezza, dicono i bene informati) proprio lì lungo lo stradone fra la sede della Proloco e la casetta dell’acqua e non lontano dalle scuole si possono prendere in visione Maestro e Margherita di Michail Bulgakov o Il giocatore di Fëdor Dostoevskij, ma anche qualche titolo in lingua tedesca, per strizzare l’occhio ai tanto attesi vicini di casa che apprezzano questa parte del lago.

Come funziona il prestito? Non c’è regola. Ad occhio funziona col “chi non ne ha ne prenda, legga e riporti“. E chi ne ha ne metta.

 

Andrea Camurani
andrea.camurani@varesenews.it

Un giornale è come un amico, non sempre sei tu a sceglierlo ma una volta che c’è ti sarà fedele. Ogni giorno leali verso le idee di tutti, sostenete il nostro lavoro.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Maccagno, la cabina del telefono trasformata in libreria 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.