La foto di classe diventa un album di figurine per i 125 anni dell’asilo di Masnago

I volti dei bimbi del nido, della sezione primavera e della scuola dell'infanzia Tallachini sono figurine da collezionare per l'album-almanacco della scuola ricco di storie, giochi e ricette

Album figurine asilo Tallachini Masnago

La solita foto di classe non è semplice da realizzare in pandemia e soprattutto non è adatta a celebrare un compleanno importante come i 125 anni delle Fondazione Tallachini che gestisce l’omonimo asilo di Masnago che si occupa di servizi della prima infanzia da 0 a 6 anni, con nido, sezione primavera e materna. I rappresentanti dei genitori hanno proposto un’idea originale condivisa dallo staff educativo per reinterpretare in maniera interattiva la tradizionale foto di classe, trasformandola in un album di figurine al motto vintage di “celo, manca”.  I volti dei bambini sono quindi diventati delle figurine da attaccare su libretti (album) che celebrano i 125 anni dell’asilo Tallachini, per ricordare i volti dei compagni di classe e leggere storie e ricette.

Galleria fotografica

Album figurine asilo Tallachini Masnago 4 di 16

L’album di Scuola dell’infanzia e sezione primavera

Le insegnanti della scuola dell’infanzia e della sezione primavera, hanno accolto con piacere e con gioia l’idea nata dai genitori che operano sempre in modo attivo nella nostra scuola.
L’album delle figurine è diviso per sezioni e raccoglie le foto dei bambini e delle loro insegnanti. Inizia con un breve racconto che parla della storia della nostra scuola. A seguire un racconto a tutto colore, dal titolo: “Giovannino Perdigiorno nel Paese Arcobaleno”.
Poi si entra nel cuore dell’album, dove le pagine per le figurine sono divise per età: pinguini (bambini di 3 anni), leoni (bambini di 4 anni) e canguri (bambini di 5 anni).

Non mancano le ricette della nostra cuoca Anna, che fanno leccare i baffi a tutti i bambini. E infine la versione del “gioco dell’oca” in veste “Mago di Oz” per divertirsi in famiglia

Giochi e autonomie nell’album del nido

Per i bimbi più piccoli, da 0 a 3 anni, le educatrici hanno suggerito  che il libretto-album raccontasse le esperienze che hanno caratterizzato il percorso dei bambini al nido, costruito attorno all’idea che “I bambini come fiori sbocciano quando sono pronti”. “Crediamo che ai bambini debba essere consentito di fiorire offrendo contesti educativi ricchi di nutrizione emotiva, di relazioni autentiche, profonde, amabili che permettano a tutti di poter germogliare e sbocciare“, scrivono le educatrici.

Ciascuna ha esplicitato, attraverso un breve racconto, i passaggi che meglio rappresentano il percorso effettuato con il proprio gruppo di bambini, i tutto supportato da alcune fotografie. Racconto scandito dalle routine fondamentali per i più piccoli (9 bambini dai 14 ai 22 mesi) animate da canzoncine mimate, dal Cestino dei tesori e dal gioco euristico, scoperte, esplorazioni ed  esperienze sensoriali. Per i mezzani (8 bambini tra 19 ai 36 mesi) i giochi preferiti sono stati i travasi, manipolazioni e canti.
Infine per i grandi (8 bambini dai 22 ai 36 mesi) tante attività di cura della persona e dell’ambiente, e laboratori, dalla cucina alle letture ad alta voce.

Il progetto grafico degli album di figurine dell’asilo è della mamma Serena Benassai, realizzato con il contributo delle maestre coordinate dalla direttrice suor Gioia Prochilo. L’auspicio è quello di dare seguito all’iniziativa nei prossimi anni per sostituire la foto di classe con un almanacco, fatto di figurine e racconti che, come un almanacco, ricordi i bambini e anche il loro percorso in asilo.
L’intero ricavato della vendita degli album di figurine servirà a finanziare i nuovi progetti didattici promossi con la collaborazione del cda di Fondazione Tallachini guidato da Carlo Bianchi

di
Pubblicato il 18 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Album figurine asilo Tallachini Masnago 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.