Altri pellegrini in partenza sulla Via Francisca: una tappa al mese fino a Pavia

In collaborazione con Guide Gea Piemonte ogni ultima domenica del mese la guida Alice, alias "anima selvatica", accompagnerà i camminatori lungo il pellegrinaggio simbolo della provincia di Varese

Lago Ceresio, Lavena Ponte Tresa - foto di Roberto Garoscio

In partenza per percorrere la Via Francisca del Lucomagno questa domenica, 27 marzo, un nuovo gruppo di pellegrini capitanati dalla guida escursionistica ambientale Alice Mometti, alias “anima selvatica”.

L’antica via romana-longobarda di pellegrinaggio che da Costanza porta a Pavia passando dalla Svizzera, è lunga in totale 510 km. Il nuovo gruppo di pellegrini percorrerà però solo il tratto italiano, di 135 km, con una tappa al mese, ogni ultima domenica del mese.

Si parte questa domenica per affrontare insieme alla guida anima selvatica, grazie alla collaborazione di Guide Gea Piemonte, il primo tratto della Via che si snoda dal confine con la Svizzera: Lavena Ponte Tresa – Ganna.  

Durante il tragitto si approfondirà il tema del pellegrinaggio spirituale e religioso e la botanica e la storia del territorio. Non mancheranno soste fotografiche e mangerecce per rendere tutto più piacevole grazie alla convivialità del gruppo. Il costo dell’uscita è di € 20 a persona, esclusi i bambini sotto i 10 anni di età, e comprende l’accompagnamento della guida, le credenziali del pellegrino e la mappa della Via Francisca del Lucomagno.

Da soli, in compagnia della famiglia o del proprio amico a quattro zampe, da tenere sempre al guinzaglio, la prima tappa della Via ti aspetta! Si partirà per le 9:30 dalla Dogana italiana di Ponte Tresa per giungere alla Badia di Ganna. Il rientro a Ponte Tresa avverrà tramite mezzi pubblici.

Per iscriversi: inviare un messaggio in pvt ad Anima Selvatica o contattare tramite WhatsApp al numero +39 3511592961 oppure ancora tramite mail ad alice.mometti@gmail.com entro e non oltre venerdì 25 marzo

Altri dettagli: 

Lunghezza: 15km
Dislivello: 250 mt
Tempo di percorrenza: 5 ore massimo

Viene consigliato un abbigliamento comodo. Scarpe da ginnastica con buon battistrada (il percorso è quasi totalmente su asfalto). Occhiali da sole, cappellino, k-way, zainetto con un cambio di maglietta, pile, pranzo al sacco, acqua, macchina fotografica.

L’escursione verrà annullata in caso di forte maltempo e di un numero di iscritti inferiore a 5.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.