Un contatto con un doppiato rovina la domenica di Alessio Rovera a Imola

Nella "4 Ore" valida per le ELMS, il varesino è stato costretto ai box mentre si trovava al terzo posto con i primi due nel mirino. Solo un piazzamento finale per la vettura di AF Corse. Ora rotta su Le Mans

alessio rovera elms 2022 automobilismo

Dopo un sabato favoloso, ecco una domenica da dimenticare per Alessio Rovera. Il campione del mondo endurance, impegnato nella “4 Ore di Imola” valida per la serie ELMS, si è visto rovinare la gara da un doppiato di una classe minore proprio mentre stava inanellando una rimonta diretta alle zone altissime della graduatoria.

Schierato come secondo pilota in ordine di apparizione al volante della vettura numero 88 dal team AF Corse, Rovera aveva raccolto il testimone dal francese François Perrodo che era stato bravo a mantenere la squadra al quinto posto. Nel giro di poche tornate il varesino – che sabato aveva ottenuto una pole position strepitosa – era riuscito a compiere due sorpassi, riportarsi in terza posizione e stava mettendo nel mirino le due battistrada. A quel punto però una vettura LMP3 doppiata ha colpito il posteriore della Oreca-Gibson di Rovera costringendo il pilota a fare ritorno ai box: i meccanici hanno compiuto i miracoli per rimettere in pista il prototipo ma nel frattempo la squadra ha perso quattro giri restando così tagliata fuori dalle zone nobili della classifica.

Rovera prima e Nicklas Nielsen poi hanno girato con grande grinta ma non sono riusciti a ottenere più di un 14° posto finale, il quinto tra le vetture iscritte tra le LMP2 Pro-Am. Un risultato ovviamente lontano dalle attese: ora il terzetto di AF Corse è nono nella classifica assoluta di LMP2 e terza di Pro-Am (con 28 punti contro i 50 del Team Turkey che ha vinto entrambe le gare disputate). La “4 Ore di Imola” nel frattempo è stata vinta a livello assoluto dal team Prema Racing con al volante il giovane pilota di Legnano Lorenzo Colombo insieme allo svizzero Deletraz e all’austriaco Habsburg (QUI l’articolo da LegnanoNews)

Ora tutte le energie e la concentrazione del team si riversano sul prossimo appuntamento, il più atteso e importante: la 24 Ore di Le Mans. Valida come terzo round del Mondiale Endurance WEC, la leggendaria corsa francese si disputa l’11-12 giugno prossimo. Lo scorso anno Rovera, Perrodo e Nielsen vinsero la classe GTE-Am ricevendo una spinta decisiva in chiave iridata.

«Di Imola mi restano la soddisfazione per la qualifica e l’abbraccio del pubblico: è stato davvero bello ritrovare tifosi e appassionati anche nelle gare di casa. Dispiace per quanto successo in pista, episodi che possono far parte delle corse e che quindi accettiamo, ma devo dire che non aver potuto dimostrare in pieno tutto il nostro potenziale è davvero un peccato. La macchina era al top e tutta la squadra è stata perfetta fin dai test di giovedì. Nonostante tutto alla fine abbiamo recuperato fino alla top-5 di classe. Chiudiamo la parentesi, la mente vola già a Le Mans, fra meno di un mese torneremo protagonisti sul palcoscenico più importante e dovremo presentarci preparati al meglio».

Il varesino Rovera in pole position alla “4 Ore di Imola”

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.