Festa albiceleste. L’Argentina di Messi è Campione del Mondo

Per la terza volta i sudamericani vincono i mondiali di calcio. Doppietta del 10 argentino e tripletta di Mbappe per il 3-3 della partita, ma i rigori premiano gli argentini

Una gara storica, una delle partite di calcio più belle di sempre per emozioni, ribaltoni, errori e parate. L’essenza del mondo del pallone, che unisce il mondo, anche alla fine del mondiale più criticato di sempre, quello che si è svolto in Qatar, il primo tra novembre e dicembre.

Galleria fotografica

La gioia dei tifosi in Argentina 4 di 12

Nella finale l’Argentina vince ai calci di rigore e la leggenda di Leo Messi – autore di una doppietta – può finalmente alzare la coppa più importante del globo alla quinta edizione disputata e alla seconda finale dopo quella persa ai supplementari nel 2014 contro la Germania. Alla Francia non è bastata la tripletta di uno splendido e fenomenale Kylian Mbappe, che a neanche 24 anni – li compirà tra due giorni, il 20 dicembre – si candida come grande dominatore della scena mondiale per i prossimi anni. Ai rigori gli argentini non sbagliano mai – gol di Messi, Dybala, Paredes e Montiel – mentre per la Francia pesano gli errori di Coman, che si fa parare il tiro da Martinez, e di Tchouameni, che calcia fuori.

Per l’Argentina è la terza vittoria ai mondiali dopo l’edizione casalinga del 1978 e quella della mano de dios di Maradona nel 1986. Ai francesi invece non riesce l’impresa di vincere due Coppe del Mondo di fila, primato che resta all’Italia (1934 e 1938) e al Brasile (1958 e 1962). Per i galletti è la seconda sconfitta ai rigori in finale dopo quella del 2006 contro l’Italia.  Foto Facebook: FIFA World Cup

Allo stadio di Lusail è stata una partita epica – durata in totale 138 minuti con tutti i recuperi -, ricca di emozioni fino all’ultimo istante del secondo tempo supplementare. Un primo tempo di dominio per l’Argentina con il gol su rigore di Messi al 23′ e il raddoppio di Di Maria al 36′ che hanno illuso tutto il popolo argentino. Nella ripresa però i sudamericani si abbassano l’attenzione due minuti e permettono a Kylian Mbappe di mostrare tutto il suo talento: gol dal dischetto al 35′ e poi, un minuto dopo, pareggio con uno splendido destro al volo per il 2-2 che rimanda il verdetto.

Ai supplementari Messi riporta avanti l’albiceleste al 3′ del secondo extra time, ma è ancora Mbappe a due minuti dal 120′ a pareggiare sul 3-3, ancora dagli undici metri, siglando la sua personale tripletta.

Prima Mbappe e poi Messi aprono con un gol i calci di rigore, mentre il primo errore è quello di Coman, che si vede parare il tiro da Martinez, con Dybala – entrato apposta per i rigori – che firma il vantaggio argentino, seguito dallo sbaglio di Tchouameni, che manda fuori. Paredes non perdona, Kolo Muani tiene vive le speranze francesi ma Montiel mette in rete il penalty decisivo che consegna la Coppa del Mondo all’Argentina.

Premi individuali del Mondiale: 
Miglior giovane: Enzo Fernandez (Argentina)
Miglior Portiere: Emiliano Martinez (Argentina)
Capocannoniere: Kylian Mbappe (8 gol, Francia)
Miglior giocatore: Lionel Messi (Argentina)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 18 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La gioia dei tifosi in Argentina 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.