A sei anni dalla strage di Rigopiano riprende il processo

Riprende il processo sulla tragedia dell'hotel Rigopiano, 29 persone a giudizio per disastro colposo e omicidio

Il 18 gennaio riprende il processo sulla tragedia dell’hotel Rigopiano, avvenuta nel 2017 in provincia di Pescara, in cui morirono 29 persone.

Galleria fotografica

La valanga sull’Hotel Rigopiano di Farindola 4 di 6

La data non è stata scelta a caso, ma proprio per ricordare l’anniversario della valanga che causò la tragedia.

Il processo coinvolge 29 persone e una società, appartenenti a varie istituzioni, come la Regione, la Provincia, il Comune di Farindola e la prefettura, che dovranno rispondere delle accuse di disastro colposo, omicidio e lesioni plurime colpose, falso, depistaggio e abusi edilizi. L’accusa ha chiesto 26 condanne e quattro assoluzioni.

(sopra il video dei soccorsi dei Vigili del Fuoco)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 17 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La valanga sull’Hotel Rigopiano di Farindola 4 di 6

Galleria fotografica

Le prime persone estratte vive dall’hotel di Rigopiano 4 di 6

Galleria fotografica

Il Soccorso Alpino in azione a Rigopiano 4 di 26

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.