Accusato di stupro dalla moglie del cugino ma lui era in carcere. Uomo residente a Varese assolto

Si è chiuso con l'assoluzione il processo a carico di un albanese residente a Varese, difeso dall'avvocato Franchi: «Lui non è uno stinco di santo ma le accuse della moglie del cugino erano una vendetta»

tribunale milano

Accusato di aver stuprato, picchiato e sequestrato insieme al cugino la moglie di quest’ultimo, ne è uscito innocente. È quanto ha stabilito il tribunale di Milano all’esito di un processo nei confronti di un cittadino albanese residente in provincia di Varese.

Ad accusare lui la moglie del cugino, coppia con due figli dei quali uno con una malattia rara, che all’epoca dei fatti (dicembre 2014) viveva in Italia senza permesso di soggiorno. Ed è proprio la paura di perdere l’affidamento dei figli, secondo il legale varesino Gianluca Franchi, ad aver spinto la donna ad inventare una storia che le permettesse di ottenere una protezione e di non essere rimpatriata in Albania.

L’avvocato Franchi sottolinea che «il mio assistito forse non è un santo ma certamente non è uno stupratore, né un sequestratore, né un uomo che usa violenza sulle donne. Basti pensare che per parte delle indagini e del processo i fatti contestati erano collocati dalla donna nel dicembre del 2015, quando era in carcere per una tentata corruzione e per una serie di furti».

Il racconto della donna, però, aveva convinto gli inquirenti che, dopo aver verificato che effettivamente l’uomo era in carcere nel periodo indicato, avevano collocato i fatti un anno prima: «A sostegno della sua innocenza è mancato il riconoscimento del mio cliente da parte del vicino che, comunque, vedeva spesso la donna uscire a pulire sul pianerottolo o giocare col figlio. Non un comportamento da segregata in casa».

L’accusatrice, presunta vittima, avrebbe avuto anche un altro motivo per prendersela con lui: aveva fatto conoscere l’amante a quello che considerava il suo uomo e questo, probabilmente, lo ha reso ancora più inviso.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Pubblicato il 05 Dicembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.