Emozioni Sinner: batte Djokovic e va in finale all’Australian Open

Il 22enne altoatesino ha battuto il numero uno del mondo in quattro set diventando il primo italiano di sempre ad andare in finale a Melbourne

jannik sinner

(Foto Facebook – Australian Open)
Una giornata storica per il mondo dello sport italiano e del tennis. Jannik Sinner, il 22enne tennista altoatesino, vince in quattro set la semifinale dell’Australian Open (6-1 6-2 6-7 6-3) battendo niente meno che il numero uno del mondo, Novak Djokovic, e conquista per la prima volta in carriera la finale di uno Slam. Non solo: Sinner sarà anche il primo italiano di sempre – tra uomini e donne – a giocarsi il titolo a Melbourne nella finale del singolo.

Una vittoria netta per l’italiano, che lo proietta definitivamente fuori dalle “promesse” e lo fa entrare di diritto nell’élite dei migliori al mondo. Sinner – che ha iniziato il torneo australiano con la testa di serie numero 4 – ha imposto il suo gioco sin dai primi scambi, vincendo nettamente i primi due set, concedendo solo tre giochi al numero uno al mondo; il serbo si è ripreso nel terzo set, vincendo al tie break dopo aver annullato un match ball dell’azzurro. Nel quarto e conclusivo, Sinner ha trovato il break decisivo e chiuso alla prima opportunità, conquistando un risultato storico per lui e per il tennis azzurro. Un successo che sa di impresa quello del 22enne italiano, considerando l’avversario che aveva di fronte: Djokovic infatti arrivava da 33 vittorie di fila nello Slam australiano, che in carriera ha vinto 10 volte.

Domenica 28 gennaio (ancora da definire l’ora), il tennista italiano affronterà in finale il russo Danil Medvedev (numero 3 del seeding), che nella semifinale ha battuto il tedesco Sasha Zverev in cinque set, con una grande rimonta dopo aver perso i primi due. La storia è a un passo e Sinner avrà tutta una nazione a supportarlo per arrivare a conquistare il primo titolo Slam della sua carriera. Un successo che manca in campo maschile dal 1976 quando Adriano Panatta si impose al Roland Garros.

Ma non sarà l’unico a giocarsi un titolo dell’Australian Open: nel doppio maschile la coppia formata da Andrea Vavassori e Simone Bolelli sarà impegnata nella giornata di sabato 27 gennaio nella finale del doppio maschile. Ad attenderli all’ultimo atto ci sarà il tandem composto dal “padrone di casa” Matthew Ebden e dall’indiano Rohan Bopanna, che si gioca il titolo alla bellezza di 43 anni.

di
Pubblicato il 26 Gennaio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.