La Pro Patria conclude il “trittico” a Lumezzane alla ricerca dell’aggancio in classifica

Sabato 9 marzo, 18:30, la Pro Patria in trasferta per la rivincita sui valgobbini, squadra neopromossa che ha ben figurato in questa stagione e avanti di 3 punti. Mister Colombo: "Voglio equilibrio, attenzione e determinazione"

Le foto di Pro Patria - Lumezzane 0 a 2

Dopo la vittoria casalinga di martedì contro la Pro Vercelli, la Pro Patria vuole concludere la settimana, in trasferta, alla stessa maniera.

Contro il Lumezzane, sabato 9 marzo, ore 18:30, l’obiettivo è portare sempre a casa i tre punti e agganciare, per la seconda volta in meno di 5 giorni, una diretta concorrente in classifica.

Ma per la squadra di Busto Arsizio vincere potrebbe significare qualcosa di ancora più grosso, ovvero raggiungere quota 42 punti, soglia che nelle ultime annate di Serie C ha più volte demarcato l’orizzonte della salvezza diretta: il task richiesto dalla società a mister Riccardo Colombo a inizio stagione.

Calcio, Serie C: Lumezzane – Pro Patria in diretta

NUMERI E TABELLE PER LA SALVEZZA

Quest’anno, probabilmente, servirà maggiore “fieno in cascina” per la permanenza tra i professionisti: a 8 giornata dalla fine della regular season, con 24 punti disponibili, la salvezza potrebbe attestarsi invece attorno attorno ai 45-47: Arzignano e Pergolettese, le due squadre maggiormente invischiate nella bagarre per uscire dalla zona playout – indietro rispetto alla Pro Patria di 4 e 6 punti – hanno di fronte in calendario partite tutt’altro che accomodanti. L’Arzignano dovrà affrontare le squadre in lotta del terzo posto come Vicenza, Triestina e Atalanta Under-23; la Pergolettese deve fare i conti con le super-corazzate del Girone A Mantova, (Atalanta) e Padova, si aggiunge poi lo scontro diretto del 7 aprile (al momento l’Arzignagno viaggia con una media di 1,16 punti a partita, se il trend venisse rispettato fino alla fine del campionato significherebbe concludere il campionato a 45).

COLOMBO: “LUMEZZANE SQUADRA BEN COSTRUITA”

Chi non guarda, anzi vieta di guardare certe tabelle, è l’allenatore dei tigrotti bianco-blu Riccardo Colombo, più volte in sala stampa restio all’auruspicina del campionato. La regola d’oro in Via Ca’ Bianca è quella di muovere la classifica partita dopo partita, vivendo il momento presente al massimo delle concentrazione piuttosto che perdersi in calcoli combinatori per sperare nei playoff.

Testa dunque alla trasferta in Val Gobbia, al Lumezzane, matricola bresciana rivelazione del campionato insieme alla Giana. Entrambe, nel girone di andata, hanno vinto a Busto Arsizio bucando due volte la porta di Rovida, adesso spetta ai tigrotti prendersi la rivincita, dopo la vittoria di Gorgonzola, anche al Tullio Saleri, stadio a metà strada da altri grandi laghi lombardi, l’Iseo e il Garda. In una sorta di coast-to-coast lacustre, che inizia nella provincia confinante col Piemonte e termine in quella prossima al Veneto.

«È la terza partita della settimana, quella che i ragazzi potrebbero sentire di più dal punto di visto fisico. Giochiamo contro una squadra forte, che ha 3 punti più di noi (42 a 39), e che ha portato in gol quasi tutti i loro giocatori. Questo vuol dire che è una squadra assemblata bene: ha degli ottimi giocatori a centrocampo, non solo quale dei loro playmaker giocherà, davanti ha due attaccanti esterni molto veloci e bravi nel 1vs1 (Iori e Cannavò) e una punta centrale molto fisica, adesso inoltre hanno preso un altro attaccante molto forte (Galabinov), di un’altra categoria, anche se è fermo da un po’ ha giocato in Serie A».

«Siamo due squadre in forma e in salute: in questo girone di ritorno abbiamo entrambe fatto tanti punti – aggiunge il mister, ricordando, indirettamente, che nel girone di ritorno la Pro Patria ha già fatto più punti, 20, di quanto racimolato in quello di andata, 19 -. Che partita sarà? Sicuramente dovremo stare attenti alla loro fisicità: sono molto bravi sui calci piazzati, l’attenzione sarà al massimo perché loro sapranno dare molto fastidio, hanno delle caratteristiche ben marcate».

“EQUILIBRIO, ATTENZIONE,DETERMINAZIONE”

«Dobbiamo continuare a mostrare quell’aggressività che abbiamo messo in campo contro la Pro Vercelli, a vincere duelli in campo: quando vinciamo duelli la partita viene dalla nostra parte. Martedì abbiamo speso tante energie ma so chi verrà scelto per entrare in campo darà il massimo. Muovere la classifica rimane fondamentale, chiaramente vincere può portare in un’altra dimensione. Ci vuole equilibrio, attenzione, determinazione. Sono tutti fattori che devono servici per portare a casa la prestazione giusta».

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Pubblicato il 08 Marzo 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.