Da Lecce a Sternatia: tra le pagghiare, una lingua antica e l’olio per Londra

Prima tappa del "Cammino del Salento" raccontato da tre camminatori partiti da Gallarate

Cammino del Salento: da Lecce a Sternatia

Partiti da Gallarate, Stefano, Cristian e Adams propongono quest’anno il Cammino del Salento, nuovo percorso a piedi dopo quelli raccontati negli anni scorsi, dall’Abruzzo alla Galizia. Ecco la prima tappa

Galleria fotografica

Sul Cammino del Salento: da Lecce a Sternatia 4 di 13

Lecce – Sternatia

Il nostro cammino ha ufficialmente inizio dal capoluogo del Salento: Lecce, la perla del barocco.
Prima di recarci a porta Napoli, vero punto di partenza del cammino, ci concediamo qualche chilometro extra per le vie di Lecce per ammirare le ricche facciate delle numerose chiese e dei palazzi storici del centro.

Prima di uscire definitivamente dalla città, passiamo davanti a una serie di lussuose ville in stile liberty, alcune delle quali restaurate e conservate benissimo, segno dell’espansione edilizia avuta da Lecce all’inizio del secolo scorso.

Allontanandoci ulteriormente, iniziamo a costeggiare numerosi uliveti inframezzati da grandissime pale di fichi d’india e da diverse pagghiare: sono costruzioni a secco (tipo i trulli) che venivano adibite a deposito di paglia e granaglie e, occasionalmente, anche come abitazione dai contadini nei periodi delle messi.

Arriviamo infine a Sternatia, piccolo centro abitato, una volta grande centro di produzione dell’olio e uno degli ultimi posti del Salento dove ancora si parla il grico, un dialetto greco con elementi di greco antico, greco bizantino e italiano.

L’elemento di maggiore interesse di questa cittadina è il frantoio ipogeo; risalente al 1400 o 1500 è completamente scavato sotto terra: qui a temperatura costante venivano lavorate tutte le olive provenienti dagli innumerevoli uliveti di allora e venivano prodotti olio di oliva commestibile e l’olio “lampante” che, imbarcato sulle navi mercantili a Gallipoli, finiva a Londra ad alimentare i lampioni cittadini. Ringraziamo il signor Luigi per la sua disponibilità ad aprirci il frantoio per la visita e per le preziose informazioni.

Km previsti: 21,6
Km totali: 28

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 20 Maggio 2024
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Sul Cammino del Salento: da Lecce a Sternatia 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.