Incontri al tramonto a Villa e Collezione Panza

Tornano le Sere Fai D'Estate con quattro appuntamenti nel mese di luglio e visite guidate con ospiti d'eccezione. Ad aprire la rassegna Giuseppina Panza di Biumo, figlia del Conte Panza

tempo libero generica

Tornano le Sere Fai D’Estate a Villa e Collezione Panza. Dopo i mesi di lockdown, la villa torna ad offrire ai sui visitatori occasioni esperienziali uniche e dedicate al più ampio pubblico.

Oltre a godere della bellezza della villa di Varese al tramonto infatti, i visitatori potranno partecipare a visite speciali e vivere l’atmosfera delle sere d’estate accompagnate da noti musicisti, attori, esperti di astronomia di Varese che regaleranno una lettura unica delle opere della villa. Ci sarà poi l’occasione di conoscere la collezione permanente con la Direttrice del museo Anna Bernardini o scoprire aneddoti da chi ha vissuto in prima persona la straordinaria storia della villa.

Sarà infatti Giuseppina Panza di Biumo, figlia di Giuseppe Panza, ad accompagnare i visitatori nella sera di mercoledì 1 luglio, dando così inizio agli appuntamenti serali. Attraverso i suoi racconti sarà possibile indagare l’avventura intellettuale del collezionista, ma anche pensieri, riflessioni ed emozioni più intime. 

Nella stessa sera spazio anche ai più piccoli con la “Caccia ai capolavori!” (ore: 19.00 e ore 21.00). I più piccoli potranno partecipare ad una caccia al dettaglio per scoprire quali famosissimi artisti del passato hanno ispirato le opere esposte a Villa Panza. Dopo queste suggestioni i bambini realizzeranno opere pittoriche prendendo spunto da quelle esposte in Villa.

La settimana successiva, mercoledì 8 luglio sarà invece l’occasione per scoprire la villa attraverso lo sguardo di Fabio Sartorelli, docente al Conservatorio di Milano e all’Accademia del Teatro alla Scala.

Il Maestro Sartorelli presenterà due brevi conversazioni sulla musica al tempo e nei pressi di Villa Panza. Dal ‘600 lombardo di Claudio Monteverdi, con i suoi madrigalistici squarci di natura, all’amicizia del Conte Panza con il compositore americano John Cage; dall’effimero primo teatro varesino, il Teatro Ducale, al glorioso e rimpianto Teatro Sociale. Due fulminee occasioni per riflettere, attraverso la grande musica, sulla “nostra” storia: quella di un borgo silenzioso e operoso, bello ma geloso del proprio incanto, capriccioso e a volte distratto. Due brevissimi tour fra natura, immagini e musiche, ora registrate, ora eseguite dal vivo sul prestigioso pianoforte Érard di fine ‘800 di Villa Panza.

Per i bambini è in programma il laboratorio “Colori in Musica”  (ore: 19.00 e ore 21.00). Si tratta di una visita attiva e giocosa ad alcune installazioni di Dan Flavin, arricchita da stimoli sonori, per scoprire come il colore musicale interagisce con quello visivo. Per concludere all’aperto, i bambini realizzeranno una performance collettiva a ritmo di musica.

Mercoledì 15 luglio invece, l’appuntamento è con Andrea Chiodi, regista e direttore artistico che porterà i visitatori alla scoperta di quattro installazioni tramite un racconto itinerante capace di rielaborare in chiave teatrale, letteraria e poetica le opere del parco.

Il parco di Villa Panza infatti, accoglie alcune le installazioni frutto della creatività e della sensibilità degli artisti che, stimolati dal luogo, hanno attivato un fecondo dialogo tra arte e natura. Per ogni opera verrà proposta una breve introduzione storico artistica a cura di Anna Bernardini, alla quale seguirà la lettura di Andrea Chiodi.

I più piccoli potranno partecipare al laboratorio “Sculture naturali” (ore: 19.00 e ore 21.00). Una visita ai luoghi più affascinanti del giardino: il laghetto, la serra, la carpinata e soprattutto le installazioni artistiche di Art in Nature. Sarà poi sempre la natura la materia prima per la creazione di sculture naturali.

Un viaggio tra spazio e tempo è quello che verrà invece proposto da Luca Buzzi, ricercatore e divulgatore scientifico dell’Osservatorio Astronomico Schiaparelli di Varese. L’incontro con Luca Buzzi sarà un’occasione per comprendere le distanze astronomiche che ci separano dagli astri. Quanto dista la Luna dalla Terra? E la Terra dal Sole? Ipoteticamente, quanto tempo ci vorrebbe ad arrivarci con i nostri aerei di linea? Quanto distano invece le altre stelle? Quanto tempo ci metteremmo a raggiungerle con i moderni razzi spaziali? Quanti pianeti ci sono nella nostra Galassia? E quante galassie nell’Universo? Alla chiusura della conversazione sarà possibile effettuare l’osservazione astronomica tramite telescopio dedicato, camera fotografica digitale e visione su maxischermo o direttamente su telone con videoproiettore di: M13 – ammasso stellare nella costellazione dell’Ercole; M57 – nebulosa ad anello nella costellazione della Lira; M27 – residuo della morte di una stella come il Sole; M81-M82 – lontane galassie nell’Orsa Maggiore, Giove, Saturno e Plutone.

Per i bambini l’appuntamento è con il laboratorio “Il Principe dello Spazio” (ore: 19.00 e ore 21.00). Una viaggio inaspettato tra le installazioni di James Turrell, il vero principe dello spazio di Villa Panza, alla scoperta del suo elemento preferito: il cielo. A seguire in laboratorio ogni partecipante si cimenterà nella creazione di un proiettore di costellazioni.

Alla scoperta della collezione d’arte permanente invece, con Anna Bernardini Direttore di Villa e Collezione Panza.  In occasione del ventennale dall’apertura al pubblico della villa, e a dieci anni dalla morte del grande collezionista, il FAI ripresenta l’allestimento integrale della collezione permanente, secondo i criteri museografici indicati dal collezionista, e arricchito dalle opere che nel tempo sono entrate a far parte di questo patrimonio, grazie alla generosità degli artisti che hanno donato i loro lavori a questo luogo. Anna Bernardini guiderà i visitatori in un percorso all’interno degli spazi della villa offrendo un’opportunità importante per ribadire il pensiero, la ricerca, il lavoro di Giuseppe Panza e l’attività del FAI che ne ha raccolto l’eredità.

I più piccoli potranno partecipare al laboratorio “Collezioniamo!” (ore: 19.00 e ore 21.00). Un percorso per scoprire l’eccezionale gusto collezionistico di Giuseppe Panza, che accostava meravigliosamente elementi provenienti da epoche e posti lontanissimi. Per completare l’esperienza i bambini potranno creare una propria sala ideale tridimensionale attraverso collage ed elementi pop-up.

Gli ingressi alle Sere Fai D’Estate, alle visite e ai laboratori sono ad ingresso su prenotazione obbligatoria sul sito www.villapanza.it. Gli ingressi alla villa sono di 15 euro adulto, 6 euro iscritto Fai/National Trust, 10 euro studente 19-25 anni, 7 euro ridotto 6-18 anni. 

Ingresso Laboratori per Bambini: 5€ per iscritti FAI, 10€ a bambino.

Per tutte le serate possibilità di aperitivo a cura di Ristorante Luce su prenotazione al 0332.242199. 

Per maggiori informazioni è possibile contattare Villa e Collezione Panza al 0332.283960 – faibiumo@fondoambiente.it

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 26 giugno 2020

Segnala Errore