Gas di scarico auto, il Ccr candidato per l’Autorità europea di controllo

La candidatura è stata avanzata dal ministro Gian Luca Galletti. «Una grande opportunità per il nostro territorio e per la Lombardia» ha commentato Raffaele Cattaneo

Nei laboratori del Ccr (inserita in galleria)
Nei laboratori del Ccr (inserita in galleria)

ll Centro comune di ricerca (Ccr) di Ispra potrebbe ospitare la futura autorità europea di controllo ambientale dei mezzi di trasporto. La candidatura è stata fatta dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti durante una seduta della Commissione Ambiente del Senato sulle politiche del governo per il clima e l’energia.

«La nuova normativa europea – ha spiegato Galletti – punta alla realizzazione di un sistema di controlli e certificazione sul rispetto dei requisiti dei mezzi soggetti ad immatricolazione, ai fini della salvaguardia ambientale, della riduzione delle emissioni e dell’inquinamento atmosferico. Tale normativa punta alla costituzione di una Autorità Europea di controllo che potrebbe essere opportunamente collocata presso una delle strutture del Centro Comune di Ricerca».

La candidatura del Ccr di Ispra è la più naturale perché in quella struttura opera già un team di ricerca che si occupa di emissioni e inquinamento atmosferico e gode di grande autorevolezza. È infatti grazie a uno studio sulle emissioni di azoto di alcuni modelli di auto condotto nel 2011 dal centro sul Lago Maggiore che gli americani poterono individuare le case automobilistiche che truccavano i dati.

«Considero estremamente positive le dichiarazioni del ministro Galletti che reputa possibile la candidatura del Centro di Ricerca Ispra come luogo in cui collocare l’Autorità europea di controllo ambientale dei mezzi di trasporto: il Jrc è dotato di strutture in grado di favorire la ricerca e delle strumentazioni adatte a svolgere questo importantissimo lavoro. Sarebbe una grande opportunità per il nostro territorio e per la Lombardia che potrebbe favorire, proprio in provincia di Varese, l’indotto dell’automotive. Si tratta di una delle questioni che stiamo affrontando a Bruxelles con il Comitato delle Regioni e che vedrà nei prossimi mesi il mio personale impegno» ha commentato Raffaele Cattaneo, presidente del consiglio regionale della Lombardia.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.