Assassinò un anziano a Comerio, i carabinieri lo scovano su facebook

Usava il suo vero nome e la sua foto. Ha preferito chattare che nascondersi: è uno dei due romeni che assassinò durante una rapina in casa l'87enne Carlo Ossola

L\'assassino di Comerio scovato su Facebook

I carabinieri hanno scoperto e arrestato uno dei due autori dell’omicidio di un anziano a Comerio, avvenuto nel 2004, e sono riusciti a individuarlo grazie al profilo facebook dell’uomo, che si era registrato con il suo vero nome e inserendo una sua fotografia nel popolare sociale network.

Galleria fotografica

L\'assassino di Comerio scovato su Facebook 4 di 5

Sembra incredibile ma Sinauschi Vasile, 47 anni, cuoco, ormai pensava che il delitto di Carlo Ossola, ammazzato a colpi di roncola la notte del 10 settembre 2004, fosse stata dimenticata dagli inquirenti italiani.

Per fortuna le cose non stavano così. Uno dei due assassini era stato arrestato già nel 2004, Nastase Vasile (i due complici hanno lo stesso cognome). Processato e condannato, sta scontando l’ergastolo.

Il secondo malvivente è stato scovato il primo febbraio scorso, mentre navigava su facebook, dai carabineri di Varese. Il pm Massimo Politi, a cui è stato riassegnato il fascicolo, da tempo aveva dato nuovo impulso alle indagini. Lo stesso giorno la Procura di Varese ha chiesto il mandato europeo.

varie

Che Sinauschi Vasile fosse uno dei ladri omicidi gli inquirenti lo sapevano dal 2004. Nastase Vasile infatti fu arrestato a Milano poco tempo dopo per il delitto di Giuseppe Zito (fruttivendolo ucciso il 16 settembre a coltellate nella sua abitazione nel centro di Novara) e raccontò tutto agli inquirenti.

Disse che lui e l’amico arrivarono direttamente dalla Romania e si diressero a Comerio verso la casa dove Sinauschi aveva, tempo prima, effettuato dei lavoretti. Che entraromo di notte cercando soldi, e che il complice prese la roncola a colpì Carlo Ossola in testa perchè non voleva parlare.

La casa fu messa a soqquardo ma i soldi li trovarono i carabinieri, 4mila euro e libretti postali, nascosti nella legnania. Le dichiarazioni vennero confermate dalle analisi delle celle telefoniche, e i Ris trovarono l’impronta di Nastase che nel frattempo era già stato arrestato per l’altro delitto. I due sono anche accusati di una violenza sessuale su un viados a Sesto san Govanni commessa in quei giorni.  

Sulla scorta di queste informazioni, i carabineri di Varese lo hanno cercato monitorando i social network e trovandolo nella maniera più semplice. Sinauschi Vasile aveva inserito una sua foto e il suo vero nome nel profilo di facebook. L’osservazione dei suoi spostamenti è durata un anno. L’uomo lavorava come cuoco in Germania orientale, poi si era spostato in Baviera.  Il pm di Varese ha chiesto più volte al colosso dei social media informazioni più precise per accertarne l’identità, ma è stata la collaborazione con la polizia tedesca a risultare decisiva.  I tedeschi lo hanno individuato il 9 febbario, dopo alcuni appostamenti, in bassa Baviera, a Unterdietfurt, dove viveva con la compagna e alcuni connazionali. Estradato in Italia, è attualmente detenuto a Rebibbia.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L\'assassino di Comerio scovato su Facebook 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.