Eolo Running Grand Prix, tre gare d’alta quota sui sentieri del Campo dei Fiori

Presentata la 2a edizione del circuito di corsa in montagna di fine aprile, che comprende le prove di Brinzio, Comerio e Caldana. Accordo con la Fidal: la prima gara sarà campionato provinciale

Tre gare in una settimana, per mettere alla prova gli specialisti della corsa in montagna e per “utilizzare” nel modo più bello un tesoro che la natura ci ha regalato, il Campo dei Fiori, con i suoi sentieri e le mille possibilità che offre un massiccio montuoso di questo genere.

L’Eolo Running Grand Prix lancia da Varese la sua seconda edizione, confermando la formula utilizzata lo scorso anno e affinando un’importante accordo con la Fidal (la Federazione Italiana di Atletica Leggera) che porta le tre prove in calendario a un livello agonistico più alto. presentazione eolo running

IL PROGRAMMA

L’impianto, dicevamo, è lo stesso del 2016: l’Eolo Running GP è un trittico che scatta da Brinzio domenica 23 aprile, prosegue a Comerio martedì 25 e si conclude a Caldana di Cocquio domenica 30: un concentrato che mette a dura prova gambe e polmoni degli specialisti e che assicura anche un successo di pubblico. Non a caso la manifestazione è entrata a pieno titolo (fin dall’anno scorso) nel novero di quelle sostenute dalla Varese Sport Commission, il progetto di Camera di Commercio (dove si è svolta la presentazione) che affianca quegli eventi sportivi capaci di generare turismo sul territorio.
La novità del 2017 è proprio l’ultima prova, il “Memorial Pierantonio Maretti” di Caldana, organizzata dall’Atletica Verbano e inserita al posto dello Scarpone Luvinatese che era presente l’anno passato. Ma un’altra notizia importante riguarda la corsa d’apertura, quella di Brinzio, ribattezzata “Giro del Masso Erratico”: la gara sarà infatti valida come campionato provinciale di corsa in montagna, sia per i senior sia per i master. Chi vince (il riconoscimento va al primo tesserato per un club della provincia) indossa fin da subito la maglia di campione varesotto, da portare in corsa fin dalla seconda prova. Che è la “Gromeron”: si parte da Groppello, in riva al lago, si finisce alla grotta del Remeron a Comerio, con tanto di banda locale ad accompagnare le falcate. E con due prove – una amatoriale aperta a tutti e una dedicata a bambini e ragazzi della zona – che affiancano la gara agonistica.

SALTO DI QUALITA’

«L’edizione 2017 della Eolo Running Grand Prix vuole già dare un salto di qualità alla nostra manifestazione – spiega Marco Negri, coordinatore del circuito oltre che dirigente dell’Atletica Verbano e uomo-Eolo per questo genere di eventi – Proprio in quest’ottica le tre gare sono entrate nel calendario regionale della Fidal, e il fatto che Brinzio sia diventato campionato provinciale è già motivo di orgoglio. Non parliamo – prosegue Negri – di numeri faraonici, perché la corsa in montagna dalle nostre parti è ancora una disciplina di nicchia, ma i 150 che partiranno a Brinzio e il centinaio abbondante che gareggeranno nelle altre prove sono già cifre importanti».

«Varese non è a livello di Brescia, Bergamo oppure di Como per quanto riguarda la corsa in montagna, ma anche per questo motivo vogliamo diminuire questo gap – dice Fabio Ferrazzi della Fidal –  Lo scenario del Campo dei Fiori è perfetto e il movimento sta crescendo. L’Atletica Verbano poi è società molto attenta, e fa piacere vedere anche il gruppo amatori dell’Atletica Gavirate impegnati in questa organizzazione». Un plauso anche da Sabrina Guglielmetti, che ha ricordato l’impegno della Sport Commision in questo genre di eventi, e del presidente del Parco del Campo dei Fiori, Giuseppe Barra, che ha sottolineato come la montagna che sovrasta Varese è un patrimonio da salvaguardare al meglio, a partire dalla pulizia e dalla sicurezza dei suoi sentieri.

EOLO PARTNER FORTE

Il Running Grand Prix, così come il Trail del Campo dei Fiori in programma a settembre, godono di una sponsorizzazione importante e più che mai legata a Varese e dintorni, quella di Eolo. «Al di là della ben nota passione del nostro amministratore delegato, Luca Spada, sono tante le ragioni per cui il nostro marchio ha affinità con la corsa e le sue diverse discipline – spiega Martina Mentasti dell’ufficio comunicazione – C’è la velocità, insita nello sport ma anche nei nostri collegamenti alla rete, c’è la montagna che è fondamentale per lo sviluppo della nostra rete di ripetitori, c’è un territorio su cui dieci anni fa è nata Eolo che vuole rimanere ben radicata da queste parti. Correre è fatica ma anche un modo per raggiungere gli obiettivi, correre con gli altri è anche un modo per sviluppare lo spirito di squadra, qualità molto richiesta all’interno della nostra azienda».

A tal proposito, Marco Negri ha annunciato altre grandi novità legate a Eolo e alla corsa: «Mercoledì, a Milano, sarà ufficializzato l’abbinamento del nostro marchio con le nazionali di trail e di corsa in montagna, ma Eolo sosterrà anche un circuito di 15 gare nazionali di questo settore. Senza dimenticare il Trail di settembre: i vincitori dell’Eolo Running Grand Prix, tra l’altro, riceveranno buoni per potersi iscrivere anche a quella manifestazione».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore